Massimiliano Allegri continua a essere nel mirino dei tifosi. Il tecnico della Juventus è stato additato a primo responsabile della situazione attuale della Vecchia Signora scivolata al terzo posto in classifica dopo un periodo molto negativo. In tanti accusano il tecnico riguardo il modulo da adottare ma in sua difesa a Radio Bianconera arriva Marco Bucciantini.

In casa Juve si parla troppo di Allegri. Ed è lo stesso allenatore che fa parlare di sé per come personalizza le sue risposte. Ci siamo chiesti se ci sia qualcosa di diverso da cambiare rispetto al modulo, ad esempio, considerando il momento attuale della squadra. Se c'è un club che ha sempre sovrastato i suoi singoli è proprio la Juventus. E la stessa Juve deve riappropriarsi del suo marchio. La Juventus dovrebbe sempre partire lottando per lo scudetto, sapendo che il titolo si possa vincere o no. L'investimento su Giuntoli sarà decisivo per il club. Tridente? Allegri non rifiuta a prescindere un modulo. In molti ricordano quel 4-2-3-1 con Cuadrado, Dybala e Mandzukic attorno a Higuain. Il tecnico ritiene che questa Juve abbia chance solo se rimane molto abbottonata, attenta e organizzata. Il tutto partendo da una percezione di debolezza del gruppo. Allegri si è fatto l'idea che questa squadra possa andare a dama solo con il coltello tra i denti

Napoli, la previsione di Marchetti sul mercato: Ecco cosa potrebbe succedere
Scudetto Napoli: cosa dicono i pronostici