"Ho diversi ballottaggi di formazione, perché Acerbi è rientrato sabato a Bologna, De Vrij ha fatto tantissime partite una meglio dell'altra". Simone Inzaghi, come riporta tuttomercatoweb, non si lascia scappare indizi di formazione. Nella conferenza stampa della vigilia di Atletico Madrid-Inter, il tecnico nerazzurro ha aperto la porta a diversi dubbi: 

"Ho Frattesi che è tornato nel migliore dei modi, posso decidere di far riposare inizialmente una mezzala. In questo momento anche a destra ho Dumfries e Darmian che stanno bene, l'unica mia preoccupazione è non avere qualche indisponibile che, guardando alla partita d'andata, penso a Carlos e Arnautovic, sono stati fondamentali quando sono entrati. Purtroppo hanno avuto qualche problema a Bologna e non ci saranno domani. Ci avrebbero dato soluzioni in più".

In realtà, è al momento difficile che Frattesi parta davvero titolare. Lo è stato quasi sempre in Champions, ma già all'andata Inzaghi gli ha preferito Barella: un centrocampo senza Mkhitaryan sarebbe praticamente inedito, per la cronaca. In regia ci sarà come sempre Calhanoglu. Più credibili gli altri due ballottaggi citati da Simone in conferenza stampa: a destra Dumfries è, di poco, favorito su Darmian (a sinistra ci sarà Dimarco). Al centro della difesa, l'ottima stagione di De Vrij insidia Acerbi, che è comunque un pretoriano delle gare più complicate e importanti. Pavard e Bastoni braccetti davanti a Sommer, in attacco non c'è neanche da discutere: Thuram con Lautaro.

La probabile formazione dell'Inter (3-5-2): Sommer; Pavard, De Vrij/Acerbi, Bastoni; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Thuram, Lautaro.

Guerra aperta al "pezzotto", inasprimento delle pene: ecco cosa si rischia adesso ad usarlo
Scudetto Napoli: cosa dicono i pronostici