Non se l'aspettava neanche lui ma Simone Inzaghi ha provato a mascherare la delusione per il ko in Champions con l'Atletico Madrid e la relativa eliminazione. Alle tv e in sala stampa il tecnico nerazzurro ha spiegato

Quando sbagli tre opportunità così  nei tempi supplementari le paghi, ai rigori c'era speranza perché anche ieri li abbiamo provati e li avevamo tirati meglio di stasera. Ma quando sbagli tre occasioni ai supplementari c'era qualche preoccupazione in più


Ultima mezzora abbiamo fatto meglio noi, non parlerei dei cambi. Qualche occasione dovevamo sfruttarla meglio. E' normale la delusione perché arriviamo da una finale e nel girone non abbiamo mai perso ma devono essere fieri, petto in fuori e testa alta. Ci rimanono 10 di campionato. Domenica avremo l'ultima partita di una serie interminabile. Queste partite non sono facili da giocare in questo stadio, dovevamo essere più bravi sull'1-1. E' stato un errore che abbiamo risentito, nel secondo tempo non abbiamo fatto bene. Poi siamo stai bravi con qualche corretivo, nel secondo supplementare abbiamo fatto bene


è normale che la squadra non è abituata a perdere, ma deve accettare la sconfitta anche se avevamo la gara in mano dopo l'andata e il gol di vantaggio. Resto super-orgoglioso di allenare questa squadra che mi dà tante soddisfazioni. Siamo usciti dalla Champions ai rigori e dalla Coppa Italia ai supplementari, ora dobbiamo dare tutto in queste dieci partite per centrare un risultato importante".

Milan, Ordine spiega perché c'è da esultare per inchiesta su Redbird
Scudetto Napoli: cosa dicono i pronostici