L'Inter da cinese diventerà araba? Lo scenario pare sia sempre più plausibile stando a quanto scrivono La Repubblica e il Corriere della Sera che confermano un interesse saudita per il club nerazzurro ma non si tratterebbe però del fondo sovrano statale Pif, bensì di una ricca famiglia del regno, che avrebbe preso contatti direttamente con gli Zhang in Cina. E sarebbe determinata a fare una due diligence sui conti del club per valutare possibili investimenti. 

La cifra dovrebbe quantomeno avvicinarsi alla valutazione di 1,2 miliardi immaginata da Zhang per l’inter. Ma il tempo è proprio quello che, al momento, manca alla famiglia cinese: fra soli 37 giorni, il 20 maggio, la holding di controllo del club dovrà rimborsare il prestito da 250 milioni (più 70 milioni di interessi) concesso nel 2021 da Oaktree. Altrimenti, il fondo di investimento statunitense potrà escutere il pegno sulle quote dell’inter e diventarne proprietario. La famiglia Zhang non perderebbe la società a zero perché Oaktree sarebbe tenuto a riconoscerle la differenza fra il valore di mercato dell’inter e quello del debito.

Milan, Suma: perchè a questa squadra succede sempre la stessa cosa?
Scudetto Napoli: cosa dicono i pronostici