L'ex Celta Vigo Gabri Veiga, in estate, non era mai stato così vicino a diventare un nuovo tesserato del Napoli. Eppure l'affare è saltato a causa della miglior offerta contrattuale proposta dall'Al-Ahli, club dell'Arabia Saudita. Il centrocampista spagnolo ha voluto spiegare questa scelta nel corso di un'intervista al quotidiano AS:

Come sempre nel calciomercato, le squadre hanno liste di preferenze in diverse posizioni, le più importanti e quelle necessarie da rinforzare. Ovviamente abbiamo ricevuto l'interesse del Napoli, che è una grande squadra. Nessuno ne dubita e lo dirò sempre. E il progetto mi è piaciuto, come potrebbe essere importante all'interno di un grande club che giocherà la Champions League. Ma nel calcio tutto cambia da un giorno all'altro, e arriva un momento in cui la visione del club nei miei confronti, per X motivi, cambia. Quindi da giocatore ho pensato, e lo penso tutt'ora, che non fosse il posto giusto per sentirmi importante né per giocare i minuti che credevo necessari per continuare a crescere dopo una stagione in cui sono stato molto importante. Penso di aver preso la decisione giusta di continuare a crescere.

 

Ziliani anticipa sentenza su Acerbi: Altro che 10 giornate di stop
Scudetto Napoli: cosa dicono i pronostici