E' arrivata la decisione del Tar del Lazio sull'ultimo ricorso presentato dai legali di Antonio Giraudo contro la sua radiazione, decisa dalla FIGC in conseguenza dei fatti di Calciopoli nel 2006. L'ex amministratore delegato della Juventus aveva chiesto l'annullamento del provvedimento, forte di un parere favorevole della Corte di Giustizia Europea dello scorso dicembre. La sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio è arrivata: "Difetto di giurisdizione". Così recita una scritta a margine del provvedimento, pubblicato sul sito ufficiale. In attesa di motivazioni più esaustive e dettagliate, si comprende soltanto che il ricorso - per l'ennesima volta - è stato respinto. O meglio, rimandato ad altro giudice. Due le strade per gli avvocati di Giraudo, a questo punto: fare ricorso al Consiglio di Stato, organo amministrativo più alto rispetto al Tar, oppure rivolgersi alla giustizia ordinaria, strada peraltro già intrapresa in passato dall'ex dirigente bianconero e mai gratificata da sentenze favorevoli.

Il Venezuela corteggia Daniel Maldini
Scudetto Napoli: cosa dicono i pronostici