Che il Napoli e Osimhen si separeranno, è cosa che ha ormai i crismi dell'inevitabilità. Resta da capire quale sarà la destinazione del centravanti nigeriano, che fino a qualche giorno fa sembrava destinato alla Premier League.

Osimhen, la Premier League si allontana

E invece, come riporta Sportmediaset, l'Arabia Saudita sarebbe l'unica opzione a disposizione di Osimhen. E per più di un motivo: innanzi tutto, Arsenal, Chelsea, Manchester United non sono disposte a pagare la clausola rescissoria da 130 milioni.  Gunners hanno avanzato una proposta al massimo di 70 milioni neanche presa in considerazione. Altro elemento da tenere in considerazione: ci sarebbe un gentleman agreement fra il presidente De Laurentiis, l'attaccante e il suo procuratore formalizzato a dicembre scorso al momento del rinnovo, cioè che a fine stagione le parti si sarebbero separate.

Osimhen verso l'Al Hilal

Ecco allora che entra in scena il mercato arabo che apre il 17 luglio, Al Hilal in testa che è pronto a pagare per intero la clausola da 130 milioni, oltre ad assicurare un ingaggio d'oro al giocatore. Osimhen però spera ancora in una chiamata dalla Premier League, anche se difficilmente De Laurentiis farà sconti. Presto dovrà essere presa una decisione definitiva.  

Lukaku verso il Napoli

Il posto di Osimhen molto probabilmente verrà preso da Lukaku, da sempre pupillo di Antonio Conte. Sul belga c'è una clausola del Chelsea da 44 milioni, ma i blues sono disponibili allo sconto. Il Napoli può mettere tra i 25 e i 30 milioni bonus pro Chelsea compresi. Mentre Lukaku - come riporta Sportmediaset - è disposto a ridursi ulteriormente l'ingaggio. Alla Roma prendeva 7,5 milioni, al Napoli accetterebbe una proposta tra i 5,5 e i 6 milioni. 
 

Juve, Samardzic e Zaccagni nel mirino: e lo United apre al prestito di Sancho
Inter, dopo Zielinski ecco Taremi: il saluto ai tifosi del Porto