Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 16 Aprile 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Inter, quanti giocatori in scadenza! Chi rinnova e chi no

18/11/2022 13:35

Inter, quanti giocatori in scadenza! Chi rinnova e chi no |  Sport e Vai

Il mese e mezzo di pausa forzata a causa dei Mondiali in Qatar dà modo all’Inter di programmare al meglio la stagione che verrà. Sì, perché in casa nerazzurra sono tanti i giocatori che, tra prestiti e contratti in scadenza, potrebbero fare le valigie il prossimo giugno. Dal rinnovo di Skriniar a quello di De Vrij, dai prestiti di Bellanova e Acerbi alle delicate situazioni in attacco di Dzeko e Lukaku, anche se manca ancora parecchio all’inizio del calciomercato invernale Beppe Marotta ha il suo bel daffare. Vediamo giocatore per giocatore quali sono i casi più delicati.

Rinnovo di Skriniar, il punto della situazione

La non cessione di Milan Skriniar della scorsa estate è stato uno dei migliori acquisti dell’Inter, anche se ha soltanto posticipato un problema non ancora risolto. Il difensore era davvero a un passo dal Paris Saint-Germain, ma non appena la Juventus ha messo le mani su Bremer, che nei piani nerazzurri avrebbe dovuto essere l’erede dello slovacco, l’Inter ha alzato un muro dicendo no anche all’ultimo, disperato tentativo da oltre 60 milioni dei francesi. Che però non si arrendono e anzi, sono intenzionati a tornare alla carica a gennaio con un’offerta al ribasso da 25-30 milioni, forti del fatto che a giugno il giocatore si libererà a zero. L’Inter dal canto suo non vuole perderlo e, per bocca di Beppe Marotta, è intenzionata a concedere a Skriniar il rinnovo con un meritato ritocco verso l’alto. Si parla di un quinquennale da 6 milioni a stagione, la stessa cifra pattuita con Brozovic un anno fa che si era ritrovato in una situazione del tutto simile a quella attuale del compagno.

Calciomercato Inter, i giocatori con le valigie pronte

Pochi giorni fa Marotta è stato chiaro: tutti i giocatori in scadenza meriterebbero di restare, ma le logiche aziendali (e i conti) dicono altro. Ecco perché De Vrij, che tra pochi mesi compirà 31 anni e che nell’ultima stagione ha visto notevolmente calare sia il minutaggio che il rendimento, con ogni probabilità verrà lasciato libero di accasarsi altrove. La bozza di rinnovo risale ormai a due anni fa e, appunto, è rimasta una bozza. L’olandese inoltre ha da poco cambiato agente, che sicuramente sta già cercando per lui una soluzione che lo soddisfi: De Vrij sogna la Liga, ma piace anche a diverse squadre della Premier. 

Un altro nerazzurro destinato a salutare, ma che dovrebbe restare in Serie A, è invece Roberto Gagliardini. Il centrocampista è ai margini della rosa di Simone Inzaghi ed è destinato ad andare a scadenza: su di lui però ci sono Monza e Cremonese, interessate a prelevarlo a gennaio a una cifra contenuta. Più complicato piazzare l’infortunato Dalbert, che con ogni probabilità a giugno dovrà rimettersi in gioco altrove. 

Darmian e gli altri possibili rinnovi in casa Inter

Sono quattro i giocatori prossimi alla scadenza, ma il cui rinnovo è molto probabile. Partiamo da Matteo Darmian, il dodicesimo uomo di Inzaghi che ha sempre dimostrato di credere in lui: esempio di duttilità e professionalità, ha un contratto che pesa poco sulle casse del club e, nonostante i 33 anni, potrebbe anche strappare un biennale. Un altro pilastro dello spogliatoio è Danilo D’Ambrosio, con cui però l’Inter conta di parlare soltanto al termine della sessione di calciomercato e comunque a cifre contenute. Saranno al ribasso anche le proposte di rinnovo per Dzeko (di cui abbiamo già parlato) e Handanovic: il capitano è ormai di fatto il secondo di Onana, l’Inter vede in lui un ruolo simile a quello vestito da Buffon nell’ultimo anno alla Juventus quindi starà soltanto a lui decidere se accettarlo. Qualora restasse un dodici esperto come lo sloveno è probabile che al quasi quarantenne Cordaz non venga proposto un altro rinnovo annuale, come fatto lo scorso giugno.

Cosa farà l’Inter con i giocatori in prestito?

Chiudiamo la panoramica con tre prestiti, Acerbi, Bellanova e Lukaku, partendo da quest’ultimo: il suo ritorno è stato fin da subito visto come un miracolo di Marotta, ma il belga che si è ripresentato a Milano non è neppure parente dell’idolo dei tifosi di due stagioni fa. L’attaccante ha visto più l’infermeria del campo, rischia di saltare anche i Mondiali e, salvo una seconda parte di stagione da Pallone d’Oro, a giugno tornerà al Chelsea senza troppi rimpianti. Raoul Bellanova è arrivato dal Cagliari con la formula del prestito oneroso a 4 milioni con diritto di riscatto a 6: il giovane esterno per ora non ha avuto molto spazio, ma rappresenterebbe un investimento contenuto per sopperire alle eventuali partenze dei pari ruolo citati prima. Pochi dubbi invece sulla conferma di Francesco Acerbi: l’ex Lazio è un pupillo di Simone Inzaghi e in pochi mesi si è ritagliato sempre più spazio nella formazione titolare nerazzurra. L’unico scoglio da superare sono i 4 milioni pattuiti a suo tempo con i biancocelesti, per i quali l’Inter chiederà un piccolo sconto.


Tags: edin dzeko milan skriniar Matteo Darmian

Articoli Correlati