Fonseca, perché il Milan l'ha preso
Fonseca, perché il Milan l'ha preso

Si era parlato di Conte, poi bocciato da Ibrahimovic e qualificato come "manager più che allenatore", si era parlato di De Zerbi, di Thiago Motta e di tanti altri allenatori ma alla fine il Milan ha puntato su Fonseca per la panchina. Il portoghese ex Roma è sbarcato ieri a Malpensa, vivrà a Milanello per i primi tempi e domani sarà ufficialmente presentato alle 11 ma un retroscena sulla decisione del club rossonero lo rivela la Gazzetta.

Fonseca incarna identikit ideale per il Milan

Capacità di valorizzare una squadra giovane e con un monte ingaggi basso, ottime statistiche offensive e difensive con il Lille: ecco perché Fonseca è sempre stato nei piani del Milan post Pioli ed è stato scelto per ripartire. La Gazzetta scrive: "L’identikit dell’allenatore combaciava con le necessità del club: stile di gioco, capacità di valorizzare i talenti del gruppo, parametri economici. Il profilo era stato individuato da settimane, molto prima che Fonseca salisse sull’aereo diretto a Milano. Ora, arrivato in città, toccherà a lui fornire tutte le prove delle sue abilità. In campo potrà farlo da domani, giorno del primo allenamento a ranghi ridotti. Nel frattempo parla il curriculum: nella scorsa stagione Fonseca ha fatto del Lilla la quarta forza del campionato francese nonostante risorse limitate rispetto a molti altri club del torneo. Il monte ingaggi totali della squadra era di 25 milioni lordi complessivi, meno della metà del Monaco secondo: i punti di distanza in classifica, al contrario, sono stati appena 8".

Lo scetticismo dei tifosi sul web

Tante le reazioni: "Non hanno scritto il motivo principale. Perché costa poco" e poi: "Pensavo fosse perchè costasse 2 lire e si accontentasse di un mercato da Fiorentina.." e anche: "Brest? Terzo con 13 milioni di monte ingaggi. Ovviamente non viene riportato perché  farebbe crollare il castello di carta della propaganda"

C'è chi osserva: "E io che credevo che dipendesse dal fatto che casualmente il Lille è di proprietà del fondo Elliot, lo stesso del Milan" e anche: “Valorizzare il monte ingaggi basso”. Ma ricordiamo che secondo voi i tifosi sono tutti stra felici entusiasti e soddisfatti perché in 40mila hanno fatto L abbonamento", oppure: "Appunto, allenatore adatto a squadre di media classifica che possono fare l'exploit se ben allenate. Il Milan è un'altra cosa, i tifosi non aspettano metà campionato per vedere i risultati.

 

Cancelo si propone a Juventus e Inter, il ritorno visto dai tifosi
Napoli, proteste per i prezzi degli abbonamenti: è l’aumento Conte