Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 14 Giugno 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Milan, Pioli ammette: pensato 'vabbè arriverà'

16/05/2021 23:07

Milan, Pioli ammette: pensato 'vabbè arriverà' |  Sport e Vai

Al termine del pareggio a reti bianche contro il Cagliari che complica e non poco il discorso qualificazione Champions, intervenuto ai microfoni di SkySport, l'allenatore del Milan Stefano Pioli non nasconde l'amarezza:

Dobbiamo già essere con la testa a Bergamo, sicuramente questa sera abbiamo perso un'occasione. Poi, tante volte ci davano per morti e abbiamo già giocato tante partite della vita, tranqulla con la Juve, quella con il Toro. Lo era anche oggi, e lo sarà a Bergamo, ma abbiamo dimostrato di poterlo fare e lo faremo anche a Bergamo.

Tornando sulla sfida con il Cagliari, Pioli spiega:

Oggi sapevamo che vincendo avremmo potuto chiudere i conti, ma c'è stata tensione. Forse pensavamo di vincere e invece noi dobbiamo per forza giocare bene per vincere. Credo che il risultato del pomeriggio abbia permesso al Cagliari di giocare con maggiore spensieratezza. Noi, invece forse siamo scesi in campo pensando "vabbé arriverà". Questo è il nostro errore più grande e quando il gol non arriva diventa difficile. Bennacer per Meite per avere un po' più di fisicità per le palle inattive. Mandzukic non sta benissimo e non aveva minutaggio superiore, ecco perché è entrato solo all'ultimo.

Poi il mister del Milan torna sulla prossima gara contro l'Atalanta:

Il cerchio si chiude per forza settimana prossima, che sarà l'ultima e decisiva partita. Oggi c'è delusione. La gara di Bergamo sarà diffcile è l'unica squadra che non siamo riuscita a battere in questo anno e mezzo, ma dobbiamo provarci.

Mancanza di un centravanti? Occorre che ci sia equilibrio nelle valutazioni, abbiamo acquistato Mandzukic per sostituire Ibra, poi però Mario ne ha avuta una dietro l'altra e non siamo riusciti a sfruttarne le qualità. Oggi non credo sia dipesa dalla mancanza di un centravanti.

Infine, Pioli spiega che cosa cambi tra quarto e quinto posto, ma si dice comunque ottimista:

Che cosa cambia tra quarto e quinto? Cambia molto per quello che abbiamo fatto. Sarebbe sicuramente una delusione dal punto di vista del risultato per tutto. Sicuramente però non un fallimento, perché quest'anno abbiamo gettato le basi per costruire un Milan forte e giovane.


Tags: milan pioli Champions League

Articoli Correlati