Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 27 Febbraio 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Brentford Football Club, le Api del West London

16/02/2023 16:17

Brentford Football Club, le Api del West London |  Sport e Vai

Il Brentford F. C. è una società calcistica con sede nell'omonima cittadina a Ovest di Londra e che gareggia nella massima serie inglese, la Premier League, avendo ottenuto l'ultima promozione nella stagione 2020-2021. Soprannominato “The Bees”, il club è stato fondato nel 1889.

FC Brentford: la nascita come società amatoriale di calcio

Club fondato per trovare un'attività alternativa al canottaggio, da svolgere nei mesi invernali, il Brentford Football Club nasce come squadra calcistica amatoriale, militando inizialmente nei campionati minori: dopo alcuni anni, nel 1896 si iscrive alla London League, un campionato locale disputato fino al 1964 a Londra e dintorni. Nel 1920 si qualifica alla Football League, ma non è mai riuscito a imporsi nella serie, trovandosi spesso invischiato nelle leghe inferiori.

Dalla Quarta Divisione alla Prima Divisione: l'ascesa del Brentford

Nel 1936, dopo aver conquistato per la prima volta l'accesso alla First Division, culminata con il sorprendente quinto posto finale - il miglior piazzamento di sempre -, negli anni successivi riesce a confermarsi come squadra da centroclassifica e rimane nella categoria fino agli Anni 50.

La crisi finanziaria e il rischio fallimento del Brentford

Il Brentford inizia un inesorabile crollo verticale tra il 1950 e il 1970, finendo addirittura in Quarta Divisione. In questo periodo il club è minacciato anche dal rischio costante di fallimento, a causa dei gravi problemi finanziari della proprietà: alcune squadre, tra cui la più accreditata è stata il Queens Park Rangers, hanno addirittura provato ad acquisire proprietà, stadio e diritti sportivi del Brentford per renderlo, di fatto, un team satellite.

Gli anni recenti e la prima partecipazione alla Premier League del Brentford

Nel 1992 il Brentford riesce a risollevarsi dalle serie minori fino ad approdare nella neonata Seconda Divisione (ora chiamata First Division dopo la creazione della Premier League) e ritrovandosi spesso a lottare per un posto per i play off promozione. Un successivo calo delle prestazioni sportive riportano il Brentford in quarta divisione, nel 2007, prima della nuova risalita sino alla League One. Negli anni seguenti i Bees raggiungono in più occasioni i play off utili per la qualificazione, ma falliscono sempre l'appuntamento. Bisogna infatti aspettare la stagione 2020-2021 per vedere finalmente la squadra di West London in Premier League, promozione agguantata grazie ai successi contro Bournemouth e Swansea City. Il Brentford conquista così la possibilità di partecipare al principale campionato inglese dopo ben settantaquattro anni dall'ultima volta.

Dove gioca il Brentford: dallo stadio Griffin Park al Community Stadium

Il Brentford ha giocato le partite casalinghe di calcio al Griffin Park, occupato sin dall'anno di fondazione del club di West London. Qui ha anche fatto registrare il proprio record di spettatori, quasi 39 mila, in occasione del match del 1949 contro il Leicester City. Oggi il Brentford ha però un nuovo stadio: dal 2020 gioca al Brentford Community Stadium, che ha una capacità di circa 20 mila posti, dopo aver acquistato un terreno nella zona di Lionel Road e aver avviato i lavori nella primavera del 2018. Con il trasferimento del club e anche quello della società di rugby London Irish, il Griffin Park verrà demolito. Al suo posto sorgerà un quartiere residenziale.

Il soprannome del Brentford FC: perché si chiamano Bees

Già dall'anno della sua fondazione il Brentford ha acquisito il soprannome di The Bees, le api. Tutto è nato quando un gruppo di studenti del Borough Road College, assistendo a una partita casalinga della squadra, ha intonato il canto, inno della propria scuola, "Buck up B.S." per sostenere il compagno, allora giocatore del Brentford, Joseph Gettins. I giornalisti presenti, però, hanno mal interpretato il coro, riportandolo alle cronache come "Buck up Bees" e scrivendo, di fatto, una pagina di storia: questo fraintendimento è piaciuto molto all'allora proprietà del club che ha subito deciso di utilizzare il disegno di un'ape come simbolo della squadra, introducendolo poi anche nello stemma.

Rivali e gemellaggi: i tifosi del Brentford e le guerriglie hooligans

I principali rivali del Brentford Football Club sono il Fulham, nemici storici contro i quali si annoverano diversi scontri tra hooligans, e il Queens Park Rangers: l'inimicizia con il QPR risale agli anni Sessanta, quanto il club ha provato ad acquisire un Brentford in crisi finanziaria (si legga poco sopra), di fatto rischiando di estrometterlo dalla Football League attraverso l'acquisizione dello stadio Griffin Park.
Le Api sono invece gemellate con il Midtjylland da quando, nel 2014, il proprietario del Brentford Matthew Benham ha acquisito le quote di maggioranza della squadra danese, condividendone strategie e programmazione sportive e lo staff dirigenziale.

Brentford: la divisa ufficiale e i colori sociali

I colori della divisa casalinga del Brentford sono il bianco e il rosso, tonalità predominanti sin dal 1925. Inizialmente, invece, ai tempi delle prime Football League, il Brentford indossava camicie bianche e pantaloncini blu scuro. La divisa delle gare in trasferta sono invece variate nel corso delle stagioni, fino ad arrivare al giallo nero attuale che richiama il soprannome Bees.


Tags: Premier League hooligans Brentford

Articoli Correlati