Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 18 Agosto 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Tifosi Roma impietosi: Quante critiche per la lettera d'addio

02/07/2022 10:59

Tifosi Roma impietosi: Quante critiche per la lettera d'addio |  Sport e Vai

Campione da ricordare con amore e da salutare con affetto o traditore? Dopo gli anni passati a Roma  Mkhitaryan ha scelto l'Inter, andando via a parametro zero. L'armeno ha scelto Twitter per accomiatarsi dalla Capitale. Cinque post, uno dietro l’altro, in cui ha spiegato le ragioni del suo addio

Ecco il post: “Cari giallorossi, la Roma è un club davvero unico. Dal giorno in cui sono arrivato fino alla finale di Conference League e oltre, il vostro supporto è stato eccezionale e ne andrò sempre molto fiero. Quando mi sono messo per la prima volta questa maglia avevo un obiettivo: far vincere questo club e fare felici i suoi fantastici tifosi: obiettivo raggiunto a Tirana! Questo trionfo è stato la perfetta conclusione dei miei tre anni in giallorosso

"Ora è il momento dei saluti. Voglio ringraziare tutte le persone che lavorano nel club per il rapporto speciale costruito insieme in questi anni. Un enorme grazie al nostro staff tecnico e in particolare al mister Mourinho per la sua fiducia e attenzione nei miei confronti e per le straordinarie motivazioni che mi ha dato come giocatore. Ho dato tutto me stesso per la Roma dentro e fuori dal campo. È stato un grande onore giocare qui e non dimenticherò mai gli straordinari momenti vissuti insieme. Questo club e la Città Eterna rimarranno per sempre nel mio cuore. Vi voglio bene! Grazie Roma. Daje Roma“

Tante le reazioni, la maggioranza delle quali inviperite. “Hai scelto la via più facile, quella dei soldi. La Roma ti ha dato la possibilità di rilanciarti in un momento buio della tua carriera e tu hai scelto di andare via nel bel mezzo di un progetto targato Mourinho. Buona fortuna”, scrive Ipnorospo. “Ciao pagliaccio”, è il saluto più stringato e diretto di Gabriele. “Hai scelto di fare panchina al turco con tanti soldi in tasca. Dove c’è gusto non c’è perdenza”, il saluto sferzante di Eloisa. “Sei stato quasi perfetto…dovevi solo aggiungere ke nella vita hai scelto di essere un mercenario…quindi non hai spazio per i sentimenti”, la replica di Pà.

C’è anche chi sceglie l’ironia per contraccambiare i saluti, come Lello Melello: “Portate le carte, la domenica, che il tempo in panchina non passa mai”. O come Paoletto, che trova la somiglianza con un noto comico: “Grazie di tutto Pippo Frá”. Ma non sono pochi quelli che apprezzano. Tipo Marco: “Grazie di tutto Miky. Ti ho voluto bene”. Oppure Francesco: “È stato un piacere vederti indossare la nostra maglia. Grazie Micky per aver riportato un trofeo nella capitale”. O ancora come Cobradart: “In bocca al lupo con la nazionale armena, grazie per i tre anni”.


Tags: Roma mourinho mkhitaryan

Articoli Correlati