Da trascinatore della squadra scudettata a rompicapo da risolvere. Questa, semplificando al massimo ovviamente, la parabola di Victor Osimhen, a suo tempo figura d'attacco imprescindibile del Napoli per poi diventare via via una sorta di convitato di pietra, se non corpo estraneo.

Osimhen, il problema della clausola di De Laurentiis

La società vuole cedere il giocatore, ma l'ostacolo più grande è rappresentato dalla magnitudo della clausola rescissoria che ai tempi gloriosi Aurelio De Laurentiis fissò entusiasticamente a quota 130 milioni di euro. Di acqua sotto i ponti ne é passata e quella cifra ora sta mettendo in croce il club, che guarda eventualmente all'Arabia Saudita (come riporta Sky Sport), il cui mercato aprirà il prossimo 17 luglio. In alternativa bisogna sperare nella Premier League. 

Padovan contro ADL: "Un altro suo errore"

A spargere sale sulla ferita ci ha pensato Giancarlo Padovan. Il giornalista, sempre a Sky Sport, ha così sentenziato:

"Non arriveranno offerte per Osimhen, era l’anno scorso che lo si doveva vendere: altro errore del presidente De Laurentiis. Quando ti offrono 100 milioni non devi fare l’ingordo e dire che l’anno prossimo ne vale 20 in più, perché non è così".

Padovan ha quindi rincarato la dose:

"Adesso si ritrovano con Osimhen sul groppone e non sanno che farsene, non perché sia diventato un brocco, ovviamente è un giocatore importante, ma nel frattempo gli hanno fatto un contratto da 10 milioni.

Questo è un contratto che il Napoli non può e non vuole sopportare, direi giustamente perché aveva fatto il calcolo: lo vendiamo l’anno prossimo. Non si fanno questi calcoli, si prendono i soldi, soprattutto se sono tanti, nell’anno in cui te li offrono. L’anno dopo cambiano tutte le dinamiche”.

Osimhen vuole andare in Premier, ma non ci sono offerte per ora

L'ingaggio del nigeriano è troppo oneroso per un club che vuole rimanere in attivo e che già in passato ha dato prova di poter cedere pezzi pregiati per poi ripartire, sino a conquistare il tanto agognato scudetto. Non è tanto il valore tecnico di Osimhen a preoccupare il Napoli, quanto quello economico fissato in precedenza: l'attaccante vuole giocare in Premier League, ma fintanto che non si fanno avanti offerte concrete qualcuno dovrà cedere. O il giocatore, che potrebbe finire in Arabia Saudita, o il club che dovrà fare di necessità virtù ed abbassare le proprie richieste sulla clausola. O entrambe le cose.

 

Milan, Benzema ha vinto: Pioli rinuncia all'Arabia Saudita. Al-Ittihad nel caos
Vicenza, il patron Rosso: ho pensato di mollare ma rilancio e non vendo nessuno