Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 28 Gennaio 2023
SEGUI SPORTEVAI SU

Doping, adesso parlano tutti: Raducioiu, le flebo rosa e quelle pillole al Milan

18/01/2023 19:26

Doping, adesso parlano tutti: Raducioiu, le flebo rosa e quelle pillole al Milan |  Sport e Vai

La morte di Gianluca Vialli sembra aver scosso le coscienze di molti calciatori di quel periodo. O meglio, sembra aver piuttosto ravvivato le paure, i timori legati alla possibile assunzione di qualche sostanza pericolosa. Dopo Dino Baggio, che poi ha parzialmente fatto retromarcia, anche Massimo Brambati ha affermato di aver paura e di affidarsi a Dio. Mentre Florin Raducioiu, oggi 52enne, ex attaccante di Bari, Verona, Brescia, Milan e della nazionale romena, ha fatto accenno ad alcune strane flebo rosa nel corso di un'intervista a Orange Sport:

"Dobbiamo chiederci perché si verificano queste morti premature, in un'età piuttosto giovane. Sono sincero, anche io ho preso dei medicinali e parlerò con il medico che ci seguiva a Brescia per sapere che medicinali ho preso. Ci hanno detto che erano vitamine, glucosio. Ricordo che la sera prima della partita in albergo facevamo flebo con questo liquido rosa. A Milano prendevamo altre cose, pillole. L'ho detto prima e dopo la morte di Gianluca Vialli, c'era anche Gheorghe Popescu".

Col medico del Brescia poi Raducioiu ha parlato e s'è almeno in parte tranquillizzato:

“Ho telefonato al dottor Fabio De Nard, che allora lavorava nel Brescia ed era alla guida dello staff medico. C’erano tre componenti in quel cocktail che ci veniva somministrato in vena: vitamina C, vitamina B e un’altra sostanza che riduceva il processo di affaticamento dei muscoli. Mi ha spiegato che quel colore rosa dipendeva dalla vitamina B. Mi sono sentito rassicurato: prendevamo integratori, cose contro i radicali liberi, tutto assolutamente legale”.


Tags: doping confessione raducioiu

Articoli Correlati