Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 18 Maggio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Sheva: Ancelotti era allenatore-amico, Kakà unico

13/03/2019 15:43

Sheva: Ancelotti era allenatore-amico, Kakà unico |  Sport e Vai

Ricordi belli e basta. Intervistato da Dazn l’ex pallone d’oro del Milan Shevchenko è tornato sui suoi tempi rossoneri. Si parte da Ancelotti: “Un allenatore-amico. Una persona speciale, lui è stato la nostra fortuna, la fortuna del Milan, e noi siamo stati la fortuna di Carlo. Era bellissimo il rispetto che avevamo l’uno per l’altro, il rapporto di amicizia che ci lega. Di lui porto con me la gestione del gruppo, il rapporto con i calciatori. Significa tanto trovare una persona di cui ti puoi fidare, con cui puoi condividere le tue cose”. Parole speciali anche per Kakà: "Mai visto nella storia del Milan un giocatore così perfetto, entrato così pienamente dentro i meccanismi di squadra. Dopo un solo allenamento ho capito che questo era un ragazzo speciale, che con lui avremmo fatto un salto di qualità: ha cambiato la marcia del Milan. Maldini: è la storia del Milan, un grande capitano, un grande amico, un grande giocatore. Berlusconi: un grande presidente, una persona che ha creato 25 anni di incredibile storia del Milan. Non so se sarà mai di nuovo possibile vedere il Milan così in alto per tutto quel tempo, da migliore squadra al mondo”. Dopo il ricordo sull'arrivo al Milan (“Ero felicissimo, fu un momento speciale. C’è una bella storia sul mio numero, il 7. Ricordo che arrivò Ibrahim Ba, mi disse “Se vuoi ti lascio questo numero”. Io ringraziai, era perfetto. Due giorni dopo mi chiamò un amico d’infanzia, mi disse: “Sai che in lingua ebraica, “sette” si diche “sheva”? Io non ci potevo credere. Mi disse che mi avrebbe portato fortuna. Ed è successo questo”) la rivelazione sulla vittoria piu bella: “Senza dubbio: la finale di Manchester a Old Trafford contro la Juve. Quella era una Juventus fortissima, ad Old Trafford che è uno stadio speciale, per la prima finale della mia vita: è stata la partita più importante della mia vita”.

 


Tags: milan ancelotti Shevchenko

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE