Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 1 Dicembre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Peruzzi: Inzaghi è un altro, ora attacca anche la gente al muro

15/10/2021 08:28

Peruzzi: Inzaghi è un altro, ora attacca anche la gente al muro |  Sport e Vai

Lo conosce da sempre eppure a un certo punto quasi non l'ha riconosciuto. Angelo Peruzzi, ex portiere e preparatore della Lazio, ha vissuto 12 anni assieme a Simone Inzaghi e alla vigilia del big-match dell'Olimpico dice al Corriere dello sport

"Inzaghi è un’altra persona, per me l’hanno cambiato. È l’esatto contrario del giocatore. Se mi avessero chiesto di indicare uno che non avrebbe mai potuto fare l’allenatore, avrei risposto di getto Simone. Scherzava di continuo, adesso è serio, maturo, persino cocciuto. Vive per la vittoria, in questo non c’è differenza tra lui e Conte. Mai avrei pensato che attaccasse qualcuno al muro e invece è successo. E' tosto e consapevole.  Sa essere dolce con i giocatori, ma anche autorevole e autoritario. La trasformazione più sconcertante avviene in partita. Lui vive per il risultato, per la vittoria: è talmente teso e su di giri che sarebbe perfino capace di fare a botte".

Peruzzi traccia anche un paragone con Antonio Conte

"Nel calcio tanti fanno solo del cinema. Hanno certamente caratteri e percorsi differenti, lui e Conte, ma a Simone non manca il temperamento del vincente. Questa Inter ha tutto per ripetersi, Conte o Simone non fa differenza".

Infine un ricordo del passato di una rissa sfiorata quando Roberto Mancini allenava la Lazio:

"Non ci siamo nemmeno sfiorati, eravamo incazzati, questo sì, per due o tre mesi non gli rivolsi la parola. Aveva portato un altro portiere, Sereni, e l’aveva fatto giocare al posto mio. In seguito ci aggiustammo. Roberto è un grande, non porta rancore. Io sono più permaloso, dimentico con fatica".


Tags: inter INZAGHI peruzzi

Articoli Correlati