Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 18 Agosto 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Pellegrini: Da presidente ho commesso un errore. Oggi stravedo per due interisti

14/12/2021 15:24

Pellegrini: Da presidente ho commesso un errore. Oggi stravedo per due interisti |  Sport e Vai

Ernesto Pellegrini festeggia i suoi 81 anni intervenendo in diretta a Radio Nerazzurra. L'ex presidente dell'Inter segue sempre con grande interesse le vicende della squadra e confessa di nutrire una particolare simpatia per Inzaghi, che considera già al livello dei grandi allenatori della storia nerazzurra:

"L'Inter di Inzaghi è come quella di Trapattoni, Castagner e Mancini. Le prime due hanno vinto relativamente poco, magari fra qualche anno ne vedremo delle belle".

Quindi alcuni aneddoti relativi alla sua presidenza:

"Ho ricevuto Madjer a casa mia prima delle visite mediche, mi ha stupito per personalità e simpatia. Mi è piaciuto, avrebbe fatto sicuramente bene all'Inter. Poi è andato a fare le visite mediche ed è venuto fuori che aveva un problema al polpaccio, per questo motivo non abbiamo potuto acquistarlo. È arrivato Diaz al suo posto e ha colmato il vuoto più che bene. Perché non l'abbiamo acquistato a titolo definitivo l'anno dopo? Matthaus e Brehme mi avevano proposto Klinsmann, dicendomi di non lasciarmelo scappare. Questo accadde a dicembre, quando Diaz non era ancora esploso del tutto. Allora comprai Klinsmann. Chiesi una deroga sulla regola dei tre stranieri in campo alla Federazione, ma non me la concessero. Perciò dovetti rinunciare a Diaz. Rifarei tante volte l'acquisto di Rummenigge, un uomo per bene, simpatico, elegante e dalla personalità incredibile. All'epoca era il più grande centravanti al mondo. Quello che non rifarei è l'esonero di Bagnoli, non meritava di essere cacciato. A quel tempo subii un evento infelice che mi portò a prendere decisioni sbagliate".

Scontata, infine, la preferenza tra Conte e Inzaghi:

"Simone sta facendo bene, non spara forte e non critica la società. Si accontenta e gioca con gli uomini a disposizione, ha costruito un'Inter stupenda che gioca bene, realizza tanti gol e lavora in un ambiente sereno. I giocatori si trovano bene con lui. Dell'Inter di oggi mi sarei innamorato di Barella, che somiglia a Matthaus. Ha meno potenza, ma ha buona visione di gioco. Scudetto? Lo ripeto da settimane, lo vince l'Inter".


Tags: inter pellegrini simone inzaghi

Articoli Correlati