Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 29 Gennaio 2023
SEGUI SPORTEVAI SU

Napoli, ecco Olivera: il consiglio di Cavani e il primo incontro con Rui

29/07/2022 12:41

Napoli, ecco Olivera: il consiglio di Cavani e il primo incontro con Rui  |  Sport e Vai

I tifosi del Napoli hanno aspettato a lungo, il terzino sinistro si è finalmente materializzato. Mathias Olivera è pronto a duellare con Mario Rui per un posto sulla corsia di sinistra. Giornata di presentazione per il laterale uruguaiano prelevato dal Getafe, che si è raccontato ai supporter partenopei dal teatro di Castel di Sangro:

"Napoli è un club che richiama attenzione, conosciuto a livello internazionale: l'ho scelto per questo e sono contento di essere qui. Gargano e Bogliacino mi hanno parlato molto bene di questo club, mi hanno spiegato quanto sia importante giocare qui. È stato molto bello arrivare, i compagni mi hanno accolto a braccia aperte, mi hanno dato subito fiducia come del resto Spalletti, che mi ha dato subito l'opportunità di allenarmi con lui. Cavani? In nazionale mi ha detto quanto sia bella Napoli e quanto sia forte la squadra, mi ha confortato dicendomi che avevo fatto un'ottima scelta".

Sulla scelta del numero 17 e sul primo incontro con Rui: 

"Ho il 17 di maglia come Hamsik, so bene che è un numero speciale per i tifosi e la città, sono orgoglioso di aver scelto questo numero e farò di tutto per onorare questa maglia. Ho visto tante partite del campionato italiano, del Napoli in particolare, l'anno scorso ha fatto molto bene. Sono qui per dare il mio contributo. Con Rui ho stretto subito un buon rapporto, lui parla spagnolo e mi è sembrato una grandissima persona, un punto di riferimento per la squadra. In quanto squadra, dobbiamo lavorare insieme per fare bene".

Rassicurante l'aggiornamento sulle sue condizioni: 

"Sono stato fermo fuori dal campo per qualche settimana, ora però ho recuperato, mi sento bene, grazie a tutto lo staff. Ora penso a giocare, a ricambiare l'affetto dei tifosi e la fiducia dei compagni. Mi vedo molto bene in fase difensiva, mi entusiasmo però se vedo lo spazio e posso attaccare. Differenze tattiche con la Liga? Anche la Serie A è un campionato forte e di livello alto, punto a inserirmi passo dopo passo e a far bene. Guardiamo partita dopo partita, l'anno scorso il Napoli ha sfiorato lo scudetto, quest'anno è importante andare avanti passo dopo passo, puntando a conquistare quanti più punti possibile e fissandosi obiettivi più vicini, senza necessariamente guardare a fine stagione. Kvaratskhelia? Mi trovo molto bene con lui, sto cercando di conoscere tutta la squadra e di imparare il più possibile. Voglio dimostrare quelle che sono le mie qualità".

Infine sulle differenze di natura tattica e sulla sua somiglianza con un grande interprete del ruolo: 

"Differenze tra il 3-5-2 e il 4-3-3? Già al Getafe spesso alternavamo questi due moduli, in nazionale uguale. Sono pronto ad adattarmi in qualsiasi ruolo. Quest'anno ho l'opportunità di giocare la Champions League, ma prima c'è il campionato e stiamo pensando a quella. Il Mondiale? Una chance unica, ma occorre aspettare il momento. Io il Theo Hernandez del Napoli? Sicuramente è un giocatore molto forte, ma sinceramente penso di assomigliare più a Martin Caceres".


Tags: napoli cavani Olivera

Articoli Correlati