Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 18 Giugno 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Moratti rievoca Champions 2010: La verità su Mou, Ibra e la festa

28/04/2020 14:43

Moratti rievoca Champions 2010: La verità su Mou, Ibra e la festa |  Sport e Vai

"Barcellona-Inter è stata la partita più emozionante e anche la più valorosa. Essere in 10 abbastanza ingiustamente ha dato ai giocatori una carica incredibile. E' stata per noi tutta una serata fantastica". A Tutti Convocati su Radio 24 Massimo Moratti celebra il decennale della Champions vinta nell'anno del Triplete. L'ex presidente dell'Inter dice: " Eto'o è stato speciale. Se uno pensa alla sua classe....si è messo sempre a disposizione dell'allenatore facendo tante partite di sacrificio. E' un grandissimo professionista, a maggior ragione vista la sua fierezza di carattere. Il Barcellona dopo la sconfitta di Milano voleva fare la remuntada, si respirava nell'aria la voglia dei tifosi. Vedere la partita col presidente del Barcellona? E' una cosa normale in Spagna, ma poi ci siamo comportati entrambi con attenzione nonostante la tensione. Quella sera non abbiamo avuto la presunzione, ma abbiamo capito che avremmo vinto la ChampionsLeague. Conoscendo Mourinho avevo la sicurezza che lui conosceva bene il Bayern. Per noi la cosa più dura è stato superare il Barcellona.  Lo scambio tra Eto'o e Ibrahimovic? E' stato un caso voluto. Ibra si è sempre comportato bene con noi e con il Barcellona. Il primo SMS di complimenti, negli spogliatoi di Madrid, l'ho ricevuto proprio da Ibra. Un professionista serissimo. Mourinho l'ho visto due sere dopo, il lunedì. Abbiamo cenato assieme a casa mia. La festa? Mi seccava tornare a Milano e mettermi in vista, la passerella di San Siro la meritava Mourinho e poi volevo rilassarmi un po' dopo tutta quella tensione. E mi faceva piacere pensare che mio figlio rappresentasse la famiglia in un momento di continuità. La sua assenza alla festa? E' stata un po' stonata. Aveva già pensato di andare al Real, ma nessuno voleva rompere l’incantesimo in quel momento”. Poi Moratti va avanti: " Quello con Benitez è stato un matrimonio non riuscito, al contrario di quello con Leonardo. Se fosse arrivato prima, forse, avremmo vinto qualcosa in Coppa Italia, dopo il secondo posto in campionato". Capitolo Ronaldo: "Ronaldo era davvero fuori dal normale, qualcosa di eccezionale. Una classe immensa. Gli infortuni che ha avuto sono stati una grande ingiustizia per lui e se non si fosse fatto male sarebbe rimasto all'Inter"


Tags: moratti mourinho ronaldo

Articoli Correlati