Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 25 Ottobre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Milan, luci ed ombre col Rijeka. Montella scherza: Ancelotti? Può farmi da vice

29/09/2017 10:46

Milan, luci ed ombre col Rijeka. Montella scherza: Ancelotti? Può farmi da vice |  Sport e Vai

Luci ed ombre per il Milan nella notte di Europa League contro il Rijeka. Di positivo c'è il risultato, ovviamente. Da quando è tornato a giocare in campo internazionale, il club rossonero sa solo vincere: sei successi su sei, tra i preliminari e le prime due partite del girone. Ma ovviamente in valore degli avversari è quello che è, in questa prima fase della competizione. Senza dimenticare le palpitazioni e le sofferenze finali vissute contro i croati, prima del gol liberatorio di Cutrone.

L'IRONIA DI MONTELLA

Al termine della partita l'allenatore ha tirato un sospiro di sollievo ed anche scherzato sul possibile arrivo di Ancelotti, 'scaricato' dal Bayern: "Ho una stima smisurata per lui, è il primo allenatore che sono andato a vedere quando ho iniziato questo lavoro e mi ha trattato come un fratello. Se vorrà può venire qui a fare il secondo oppure facciamo viceversa. Alleno una squadra gloriosa, era il sogno della mia vita. Credo di poter riuscire ad ottenere i risultati che ci eravamo prefissati quindi mi sento sereno. Sento una società che mi valuta ma che ha stima". Quindi sulla partita col Rijeka: "Forse a livello di entusiasmo e di convinzione addirittura può essere stato un bene averla vinta 3-2, piuttosto che 2-0. Quasi quasi - altra battuta - meglio che Donnarumma non sia riuscito a pararlo per tanto così, il rigore del 2-2". 

BONUCCI E ROMAGNOLI HORROR

Tra le note positive, naturalmente, anche la consueta verve di Cutrone, il ritorno al gol di André Silva e la determinazione di una squadra che ha saputo ritrovarsi dopo aver subito il gol del pareggio allo scadere. Tra quelle negative, invece, spicca anzitutto la vulnerabilità di una difesa che, dopo i disastri di Genova, ha concesso ancora due gol evitabili agli avversari. Stupiscono, in particolare, gli errori di Bonucci. L'ex juventino, perno della nazionale azzurra, doveva essere il cardine del progetto rossonero, il custode della difesa attorno a cui far crescere sicurezze e ambizioni. Senza uomini di esperienza e carisma al suo fianco, però, Bonucci non sembra lo stesso della Juventus e della nazionale. Con Roma ed Inter saranno due test importanti. Per tutto il Milan, ma in particolare per lui.


Tags: milan carlo ancelotti europa league vincenzo montella rijeka

Articoli Correlati