Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 4 Marzo 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Mauro racconta le ore d'angoscia dopo l'infarto

28/07/2023 08:22

Mauro racconta le ore d'angoscia dopo l'infarto |  Sport e Vai

Si sente fortunato a poterlo raccontare. Massimo Mauro si confessa al Corriere della sera dopo l'infarto che lo ha colpito la settimana scorsa mentre giocava a padel e l'operazione in angiolpastica che gli ha salvato la vita

«Faccio controlli con regolarità, ultimamente anche con maggiore frequenza. Mia sorella è morta per un cancro all’intestino e sono inserito in questo screening, ho avuto il Covid e mi sono beccato una brutta polmonite, il colesterolo era un po’ alto e quindi lo controllavo e facevo visite cardiologiche. Insomma, tutto mi sarei aspettato tranne l’infarto. Era scritto così. Ma le ripeto, sono un uomo fortunato. Ci sono tre cose in particolare a cui penso continuamente da quel giorno… Ho avuto la lucidità di fermarmi; con me c’era un amico che conosce il primario dell’ospedale di Catanzaro; l’ambulanza è arrivata in sette minuti».

Da giocatore fumava, ora non più

«Non fumo più da 15 anni, fumavo quando giocavo. Anche un pacchetto al giorno. O forse meno, visto che Platini rubava le mie sigarette!».

Poi il ricordo delle ore di angoscia

«Un dolore fortissimo al petto, mi sono fermato perché non riuscivo a respirare. Non ho pensato a nulla, speravo soltanto che passasse in fretta. Il mio amico invece è stato tempestivo e ha chiamato i soccorsi. Cinque minuti dopo essere arrivato in ospedale ero già in sala operatoria. In ambulanza, sì, mi sono passate tante cose per la testa. Anche l’infarto, speravo facessimo in fretta…non ho avuto l’infarto perché stavo giocando. I medici mi hanno spiegato che l’arteria era completamente ostruita, poteva capitarmi mentre ero da qualsiasi altra parte. Quindi ringrazio Dio che ero in quel campo e in compagnia dell’amico giusto. E sarò riconoscente a vita ai medici che mi hanno salvato...ora non ho paura. So però che dovrò controllarmi con più scrupolo. La fortuna non bussa mica sempre».


Tags: ospedale infarto Mauro

Articoli Correlati