Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 7 Maggio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Juve, da Moggi critiche a club e tecnico: bufera social

05/04/2021 08:57

Juve, da Moggi critiche a club e tecnico: bufera social |  Sport e Vai

E' ottimista per la sfida col Napoli di mercoledì ma non risparmia critiche sia al club che al tecnico della Juve Luciano Moggi. L'ex dg bianconero parla a Tutti Convocati, su Radio 24 e dice: "Non credo che il futuro di Pirlo si possa decidere mercoledì. Sono convinto che la Juventus farà una bella partita. Il Napoli subisce tanto, probabilmente i bianconeri possono adattarsi bene e fare risultato. Gattuso si sa che non sarà più l'allenatore del Napoli. Non ha mai avuto la squadra completamente a disposizione. Tenete conto che quando i giocatori rientrano da un infortunio ci mettono un po' a tornare in forma. Quello che ha fatto Gattuso in questo momento è da rispettare, è il massimo che può fare lottare per la Champions. Quando uno viene colpito dal Covid ha un rendimento da attenzionare per 20-30 gg, lascia degli strascichi".

Quindi aggiunge

"Sono finiti gli effetti speciali di Ronaldo e magari gli manca la fantasia di Dybala. La Juve gioca a sprazzi. Chiesa in questo momento è il migliore di tutti. Attualmente deve lottare per la qualificazione Champions. Quando hai giocatori come Chiesa e Kulusevski a sinistra con Ronaldo spesso davanti, non avendo un centrocampo idoneo, crei confusione. Bernardeschi? Gli manca solo di giocare in porta"

Poi Moggi si sofferma sul festino proibito e critica la decisione della società

"Se voi andate oggi in qualsiasi casa troverete sicuramente più gente di 7-8 persone. E' venuta fuori una cosa eclatante perchè erano calciatori della Juventus a cena. Io non li avrei messi fuori rosa. Li avrei multati, ma li avrei messi in campo"

Poi sul presente e sul futuro della Juve aggiunge: "Allegri? Sono della teoria che le minestre riscaldate non vanno bene. Detto questo penso che Max possa ritornare alla Juventus come quando io ripresi Lippi. Ci vuole una società dietro che lo aiuti. Ci vuole unione d'intenti, altrimenti c'è confusione".

 

Fioccano le reazioni sui social e il popolo bianconero si divide: "Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno. Per la stupidità ingenua di tre giocatori abbiamo sacrificato il Derby" o anche: "se hanno violato le regole della Juve gli si faceva una bella multa pari al 15% dello stipendio e li convochi ,non li premi lasciandoli a casa. Poi se hanno violato le regole dello stato ne paghino le conseguenze, ma con me giocano".

Molti però la pensano diversamente: "I personaggi pubblici hanno delle responsabilità, soprattutto i calciatori, visti i loro tantissimi privilegi. Se gli altri sbagliano non significa che tutti siamo legittimati a farlo" o anche: "penso che se a questa cena non ci fosse stato Dybala non sarebbe successo niente, vogliono distruggere Dybala in qualsiasi modo è questo il punto, gli stanno facendo pagare la telenovela del contratto".

C'è infine chi scrive: "Bisognava dare un messaggio forte e secondo me lo hanno calcolato attentamente. Dybala non regge i 90 minuti per l infortunio e non si sa neanche quanto avrebbe potuto dare in campo. Mckennie si porta dietro un infortunio che ne limita le prestazioni. Al massimo un tempo. Forse l unico che avrebbe potuto giocare era Arthur. Quindi l apporto dei 3 sarebbe stato minimo se non addirittura uguale a zero e forse non avrebbe spostato di un millimetro il risultato della partita. Quindi hanno fatto bene a escluderli, multarli e reintegrarli da lunedì".


Tags: juventus allegri moggi

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE