Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 27 Giugno 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Diritti tv, svolta epocale per la Serie A: c'è l'ok del Governo

06/05/2022 11:15

Diritti tv, svolta epocale per la Serie A: c'è l'ok del Governo |  Sport e Vai

Nessun limite temporale e niente più vincoli alla vendita dei diritti televisivi del nostro campionato all’estero: come riporta La Gazzetta dello Sport, quanto approvato ieri dal Consiglio dei ministri rappresenta una svolta per la Serie A. 

Se infatti Premier e Liga erano libere di cedere i propri diritti tv in America o nel resto del mondo senza dover sottostare a rigide procedure, alle società italiane non era permesso. Ora almeno questa distanza è colmata: la modifica è stata approvata con il decreto-legge aiuti, in cui sono stati apportati i cambiamenti precedentemente imposti dalla Legge Melandri per cui la vendita all’estero seguiva le stesse logiche di quella nazionale: modifiche che almeno in questa direzione erano auspicate da tutte le società. 

Stop al limite temporale, per cui la cessione poteva riguardare soltanto un triennio. Non oltre. Ma anche la necessità di seguire procedure competitive o le lunghe attese per la stipula dei contratti.  Grazie a questa misura, per leghe professionistiche e organizzatori delle competizioni sarà più semplice negoziare i diritti audiovisivi negli altri Paesi. Nel caso della Serie A, i maggiori introiti andranno a beneficio anche di tutto il sistema del calcio, secondo il principio di mutualità generale già vigente. 

 ''La modifica, frutto anche del lavoro svolto dal tavolo istituzionale da me fortemente voluto, al d. lgs. n 9 del 2008, cosiddetto Decreto Melandri, inserita nel Decreto aiuti, libera le Leghe che organizzano campionati da rigidità e limiti della procedura competitiva, che continueranno ad applicarsi al solo mercato nazionale. Si tratta di un'innovazione importante che non significa solo risparmiare energie e tempo ma, soprattutto, significa guadagnare in competitività e quindi poter vendere lo sport italiano al meglio in ogni Paese straniero, in posizione di parità con gli altri operatori''. Così la sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali in una nota sulla commercializzazione all'estero dei diritti audiovisivi.


Tags: serie a governo diritti tv

Articoli Correlati