Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 23 Settembre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Cobolli Gigli: Avete capito il vero padrone della Juve?

10/08/2020 16:36

Cobolli Gigli: Avete capito il vero padrone della Juve? |  Sport e Vai

Dopo un anno passato a criticare la Juve e Sarri, che non gli è mai stato simpatico, ora anche Cobolli Gigli può applaudire Agnelli. Il ribaltone di questi giorni ha l'approvazione dell'ex presidente della Juve che Tmw benedice l'esonero di Maurizio Sarri: "E' stato corretto, anche se doloroso, esonerare Sarri. Penso che sia una decisione che ha preso direttamente il presidente Agnelli, che finora aveva delegato ai suoi dirigenti. E lo stesso Agnelli ha preso la decisione di Pirlo, coraggiosa, che è stato un giocatore di grande valore. Credo che sia gradito dallo staff e dai giocatori. E' chiaro che non ha esperienza da allenatore. Ha visione di gioco, ma non ha mai allenato. Ma faccio i complimenti ad Agnelli, è una scelta coraggiosa Pirlo e servirà un grande supporto da parte del presidente e dei tecnici, oltre che della squadra. E' la dimostrazione che la Juve si vuole rimboccare le maniche e vedo anche la necessità di ridimensionare la voce dei costi, che gravano sul club. Da qui arriva il segnale di chi è il vero padrone, ossia Elkann, che ha una quota di azioni che vale 4 volte quella di Agnelli. E credo che lo stesso Elkann ha chiesto di ridimensionare la questione costi, che si ripercuoterà anche sulla prossima campagna acquisti-cessioni".

Cobolli Gigli non crede a  un anno di transizione: "No, ma attendo la Champions. Penso che si possano fare anche cose straordinarie. Non uso il termine miracolo, ma la stessa squadra, con i giusti innesti, con rinforzi a centrocampo e con nuovi equilibri in difesa, la stessa squadra può arrivare al decimo Scudetto e a una figura decisamente migliore in Coppa. Pirlo obbligato a vincere o a costruire? A vincere costruendo. A volte la squadra di campioni non ha bisogno di un allenatore, ma di qualcuno che veda il gioco e che sappia guidare la squadra, lasciando che le potenzialità emergano liberamente".


Tags: elkann cobolli gigli agnelli

Articoli Correlati