Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 20 Aprile 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Biasin infuoca i social: “Aveva rotto le scatole già 10 anni fa”

21/12/2020 19:47

Biasin infuoca i social: “Aveva rotto le scatole già 10 anni fa” |  Sport e Vai

Ha fatto il giro della rete la notizia della consegna del tapiro d’oro al Papu Gomez. Una notizia che secondo quanto fatto trapelare dalla redazione di Striscia La Notizia, avrebbe colto un Gomez molto nervoso al punto che il calciatore avrebbe scagliato via il poco ambito premio, facendolo a pezzi.

Il tweet di Biasin

La notizia dello scontro tra Staffelli e il giocatore dell’Atalanta è stata ripresa da molti portali ed è molto discussa anche dai social. E sull’argomento ora interviene anche il giornalista Fabrizio Biasin che si schiera dalla parte dell’argentino: “Non ho idea se sia stato un gesto d’ira sconsiderato da parte del giocatore, ma trovo questa cosa della consegna del tapiro molto fuori dal tempo. Aveva rotto le balla già dieci anni fa”.

La reazione dei social

Un messaggio che trova un’accoglienza clamorosa sui social e sono tanti, tifosi e non, che si schierano al fianco del giornalista in questa crociata contro Striscia e contro Staffelli: “Striscia ha fatto il suo tempo - commenta Dario - Una volta scopriva le magagne d’Italia ma ormai sembrano un branco di molestatori seriali autoreferenziali”. Mentre Gioele ha una visione completamente diversa: “Ma dai che due settimane fa Ibra si è comportato da signore ed ha pure scherzato con Staffelli, Papu Gomez è un montato maleducato”.


Tags: atalanta papu gomez fabrizio biasin

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE