Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 22 Gennaio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Anguissa e Juan Jesus si accodano a KK: Valanga anti-razzismo

04/10/2021 10:45

Anguissa e Juan Jesus si accodano a KK: Valanga anti-razzismo |  Sport e Vai

Dopo lo sfogo di Koulibaly anche altri calciatori di colore del Napoli hanno sfogato la loro rabbia per i cori razzisti sentiti ieri a Firenze. Anguissa, che pure è stato vittima degli insulti di alcuni tifosi viola, ha scritto sul proprio profilo Instagram

"È triste vedere che nel 2021 ci sono ancora persone che agiscono così! Per quello che penso una persona può insultarmi e chiamarmi scimmia, questo non influenzerà l'uomo che sono perché so chi sono, so da dove vengo. Sono un uomo di colore, sono orgoglioso di esserlo e questo non cambierà mai. No al razzismo".

Lungo lo sfogo di Juan Jesus

"Anno 2021. Eh sì, purtroppo c’è ancora qualche 'signore' che tende a guidare contromano. Che si ridicolizza da solo e umilia sè stesso. Mentre il Mondo, e lo sport, viaggiano su un binario colorato sognando unione e integrazione c’è ancora qualche amante della preistoria o del medioevo che allo stadio urla a un’altra persona “scimmia di merda”. Bene, ho un messaggio per chi è ancora così indietro nel tempo, per chi vuole rimanere anacronisticamente un ignorante e razzista: svegliati!! La storia va avanti. Aggiorna il software. Ma soprattutto: vergognati".

"Nel 2021 - ha aggiunto il difensore brasiliano - non esiste spazio per questo odio. Non c’è posto negli stadi. Nelle città. Non c’è posto per voi in una comunità fondata sul rispetto reciproco. Non c’entra Firenze, che è una città meravigliosa. C’entrano quei soggetti che hanno mostrato fin dove può arrivare la cattiveria e l’ignoranza. E purtroppo si possono trovare ovunque, in qualunque nazione o paese. Bisogna identificarli e prendere provvedimenti seri. Questi individui vanno rieducati dalla base, dal Testo più importante: la Costituzione della Repubblica Italiana. Articolo 3. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Forza KK, viva il Mondo a colori, unito e moderno. Juan Jesus”.

Il sindaco di Frenze, Dario Nardella, attraverso il proprio profilo Twitter, si è scusato a  nome della città:

"Victor, André-Frank, Kalidou: a nome di Firenze vi chiedo scusa. Chi ieri ha offeso i calciatori del Napoli allo stadio non rappresenta la città e non rappresenta la Fiorentina, che ha subito preso le distanze. Negli stadi non c’è posto per l’ignoranza e la stupidità".

Infine anche il Milan, attraverso Twitter, ha commentato gli episodi di razzismo a margine della partita tra Fiorentina e Napoli di ieri:

"Non ci deve essere spazio per il razzismo. Continuiamo a combattere uniti, a sostegno dell'uguaglianza sociale e dell'inclusione "


Tags: napoli razzismo Anguissa

Articoli Correlati