Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 4 Dicembre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Tennis, Li Na: “Non sono una santa, non posso rappresentare tutta la Cina”

24/08/2013 08:47

Tennis, Li Na: “Non sono una santa, non posso rappresentare tutta la Cina” |  Sport e Vai

Non è facile il rapporto di Li-Na, la campionessa cinese di tennis, con i mass media del suo paese. Parlando al New York Times Magazine Li Na ha ammesso di aver avuto momenti difficili nel rapportarsi con i quotidiani cinesi, in particolare con il Quotidiano del Popolo, il portavoce ufficiale del partito comunista cinese, che questa estate l’ha presa di mira scrivendo: “Chi deve tenere a freno l’insolenza incontrollabile delle star dello sport quando la loro personalità esce fuori dai binari dei costumi sociali e delle nostre tradizioni?”. Un attacco duro che Li Na ha digerito a fatica: “Quando la gente dice che io rappresento tutta una nazione penso sia una responsabilità troppo grande per me, forse i media cinesi pensano che io non sia abbastanza famosa e vogliono aiutarmi ma in passato sono rimasta parecchio infastidita da questo. All’inizio sentivo di avere su di me le aspettative del paese ma poi mi sono reso conto che le persone proiettavano sulla mia carriera tutti i loro sogno. Io non sono una santa, sono una persona comune con i miei alti e bassi. Quello che posso fare è concentrarmi a far bene il mio lavoro. Sono solo un’atleta, non posso rappresentare altri che me stessa”. Il marito della tennista, Jiang, sostiene che quando la pressione diventa troppo forte cerca di calmare la campionessa: “Noi cinesi abbiamo un detto, per ogni eroe che viene fuori ci saranno metà complimenti e metà calunnie. Io le dico di dimenticare le critiche, la pressione e le aspettative ma è difficile, siamo solo esseri umani”.


Tags: cina li na eroe comunista

Articoli Correlati