Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 11 Agosto 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Finale Europa League: quanto guadagna la squadra che la vince?

23/07/2020 10:51

Finale Europa League: quanto guadagna la squadra che la vince? |  Sport e Vai

Gli appassionati di calcio possono finalmente esultare. Il pallone è tornato a rotolare nei più importanti stadi europei e lo farà per tutta l’estate. Prima, infatti, ci sono da completare i maggiori campionati nazionali, ad eccezione dell’Eredivise e della Ligue 1. Poi, sarà la volta delle coppe europee. Un agosto bollente, non solo dal punto di vista meteorologico, dato che si sfideranno i migliori club del Vecchio Continente nelle Final Eight di Champions League ed Europa League. Del resto, ci sono anche le italiane in gioco. Le quote finale Europa League fanno sognare specialmente i tifosi dell’Inter, data tra le favorite per la vittoria subito dopo il Manchester United. Ma una domanda sorge spontanea: quanto si porta a casa la vincente dell’Europa League?

La seconda competizione europea per club spesso è stata considerata meno affascinante dell’ex Coppa dei Campioni. Di conseguenza anche alcune squadre hanno affrontato quella che una volta si chiamava Coppa Uefa con uno spirito sbagliato, sottovalutando il torneo. La verità, però, è un’altra. L’Europa League ha un valore complessivo altissimo dal punto di vista dei premi in denaro. Parliamo di cifre totali che sfiorano i 560 milioni di euro, che comprendono i diversi premi assegnati ai partecipanti nel corso della competizione a partire dalla fase a gironi. Nel dettaglio, 510 milioni sono solo dei premi. A questi, poi, vanno aggiunti altri 50 milioni di euro di contributi aggiuntivi provenienti dai club che partecipano alla Champions League.

Le entrate nette per le squadre partecipanti, poi, vengono così suddivise: il 25% viene destinato alle quote di partenza. Parliamo di circa 150 milioni di euro. Il 30% è riservato agli importi fissi relativi alle prestazioni, circa 168 milioni di euro. Il 15% viene assegnato sulla base delle classifiche dei coefficienti di rendimento decennali, circa 84 milioni di euro. Infine, il 30% è riservato agli importi variabili, ovvero il market pool, circa 168 milioni di euro.

Per ogni partita della fase a gironi, poi, vengono assegnati dei bonus in base alle prestazioni in campo. In caso di vittoria, la squadra guadagnerà circa 570 mila euro, mentre se dovesse finire in pareggio, entrambi i club percepirebbero circa 190 mila euro. Le qualificate alla fase ad eliminazione diretta, poi, riceveranno 1 milione di euro di bonus in caso di primo posto nel girone, 500 mila euro in caso di seconda piazza nel raggruppamento di appartenenza.

Nella fase finale, invece, questi sono i guadagni delle squadre: la qualificazione ai sedicesimi di finale vale 500 mila euro di base, più il bonus succitato in base al posizionamento nel girone. Il passaggio agli ottavi permette di guadagnare ulteriori 1,1 milioni di euro. La qualificazione ai quarti porta nelle casse della squadra 1 milione e mezzo di euro. Il passaggio alle semifinali regala altri 2,4 milioni di euro. L’accesso alla finale del torneo 4,5 milioni di euro e la vittoria dell’Europa League permette di ricevere un bonus da 4 milioni di euro.

Ricapitolando, dunque, la vittoria della sola finalissima consente un guadagno di 4 milioni di euro netti. Ma se si calcola tutto il percorso della squadra vincitrice, considerando solo le parti fisse relative alle prestazioni e una competizione perfetta con il primo posto nel raggruppamento e la vittoria di tutte le partite della fase a gironi, ciò permette alla società di intascare un massimale di circa 18 milioni e 420 mila euro.


Tags: inter manchester united europa league

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE