Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 1 Dicembre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

La Roma, i tifosi e gli ex compagni ricordano commossi Di Bartolomei

30/05/2020 10:03

La Roma, i tifosi e gli ex compagni ricordano commossi Di Bartolomei |  Sport e Vai

Il 30 maggio di 26 anni fa si suicidava nella sua casa di San Marco di Castellabate Agostino Di Bartolomei, bandiera della Roma. La società giallorossa lo ha ricordato con un tweet commemorativo, i tifosi sui social stanno invadendo la rete elogiando la figura del capitano storico ed anche tanti ex compagni hanno voluto pensare a lui in questa triste ricorrenza. Sul sito di Gianluca Di Marzio si leggono i commenti di tre ex Roma. Vierchowod giocò un solo anno alla Roma ma vinse lo scudetto: "Agostino fece un anno pazzesco, segnando anche 9 gol. Io gli davo la palla, lui alzava la testa, faceva un lancio di 50 metri e la metteva sul piede del compagno. In quella squadra e in quella posizione era l’ideale. Se in Nazionale non ha avuto successo è solo perché a Bearzot non piaceva per il proprio gioco. Era il classico calciatore che stava bene nel suo contesto. Agostino non rappresentava solamente la squadra, ma l’intera città di Roma. E questo, unito alle sue vittorie, lo ha reso un simbolo per i tifosi”.  E' triste il ricordo di Chierico: “Pensai che quella notizia fosse uno scherzo, ma poi mi resi conto della realtà. E rimasi sconcertato. Mi sembrò di essere stato investito. Fu uno dei giorni più tristi per tutto lo sport italiano. Il solo pensiero di perdere una persona del genere, in quella maniera, è qualcosa di irreale. Era timido ed educato, e questo tipo di persone vengono spesso viste come deboli. Ma per me è il contrario. Can che abbaia non morde. Agostino parlava poco, non aveva bisogno di abbaiare. Con lui bastava uno sguardo, quel poco che diceva ti faceva capire tutto". Infine Giannini: “Agostino era un po’ chiuso, ma quando bisognava essere presenti c’era sempre. Si preoccupava di tutti, dai giocatori fino ai magazzinieri. Qualsiasi problema lo faceva presente alla società, tutto nell’interesse della Roma. Parlava poco ma con i compagni scherzava spesso, sempre con la sua classe”.


Tags: Roma giannini agostino di bartolomei

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE