Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 4 Agosto 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Moto2, Phillip Island: Rabat straccia tutti tra mille cadute

17/10/2014 08:09

Moto2, Phillip Island: Rabat straccia tutti tra mille cadute |  Sport e Vai

Esteve Rabat comincia al meglio il week end che potrebbe regalargli il titolo Mondiale di Moto2 con due gare d'anticipo. Il pilota spagnolo della Marc VDS Racing Team è stato di gran lunga il più veloce nella seconda sessione di prove libere sul circuito di Phillip Island.

Quasi 6 i decimi rifilati dal leader del campionato al tedesco Sandro Cortese (Kalex) che ha preceduto di un soffio Thomas Luthi. Il vincitore dell'ultimo Gran Premio, a Motegi, si è difeso, nonostante abbia dovuto fare i conti con una caduta nelle Fp1, come la stragrande maggioranza dei suoi avversari, dove si è classificato quarto. Quarto e quinto posto per gli spagnoli Maverick Vinales e Julian Simon, sesto Mika Kallio: il compagno di Rabat e suo unico avversario nella corsa al titolo (a 38 punti di distanza) è però caduto ben due volte, una per sessione).  A chiudere la top ten Jonas Folger, Mattia Pasini, San Lowes e Franco Morbidelli.

Tante cadute nella prima sessione, anche qui dominata da Rabat: a terra Gino Rea, Anthony West, Thomas Luthi, Luis Salom, Rattapark Wilairot e Mika Kallio.

Indietro, 18simo, Dominique Aegerter che ha preceduto Randy Krummenacher, 22simo e Robin Mulahuser, ultimo.


Tags: motomondiale julian simon simone corsi phillip island gp australia thomas luthi mattia pasini mika kallio johann zarco maverick vinales luis salom sandro cortese Dominique Aegerter Ratthapark Wilairot Gino Rea anthony west Takaaki Nakagami jordi torres sam lowes esteve rabat

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE