Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 15 Ottobre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Valentino: Sentivo l'odore della vittoria ma l'errore l'ho fatto io

22/05/2017 10:32

Valentino: Sentivo l'odore della vittoria ma l'errore l'ho fatto io |  Sport e Vai

Il GP di Francia è la grande delusione di inizio stagione per Valentino Rossi. Il nove volte iridato del team Movistar Yamaha, che fino alla gara transalpina era primo in campionato, cade all’ultimo giro quando era in corsa per la vittoria, la numero 500 di Yamaha. Il successo va al compagno di box Maverick Viñales, nuovo leader iridato con 85 punti dopo che i due hanno dato vita ad un duello emozionate. Il meglio visto nel quinto GP stagionale. Rossi, dopo essere scattato dalla prima fila resta nelle posizioni di testa. La sfida iniziale è con Johann Zarco (Monster Yamaha) per il secondo posto e, una volta superato il pilota di casa, la lotta è con il numero 25. Si risolve nelle battute finali dopo che Rossi si era messo in testa e Viñales aveva risposto beneficiando di una sbavatura del pesarese. In scia all’avversario per tentare un ultimo assalto vittorioso, Rossi perde la ruota dietro in percorrenza della curva nove. Il Dottore adesso è terzo in campionato, alle spalle di Dani Pedrosa (Repsol Honda), con 62 punti. Prossima fermata, Mugello. È un grande peccato perché è stata una bella gara, tirata sin dall’inizio alla fine. Nella fase centrale ero un po’ in difficoltà ma negli ultimi giri andavo veramente forte e quindi ho provato a vincere. È stata una bella lotta con Maverick. Sono riuscito a passare davanti, avevo un buon passo, ero veloce. Ho sentito l’odore… della vittoria. Ho fatto un errore alla curva 6, sono arrivato un po’ troppo forte e sono andato lungo. Viñales mi ha ripassato. Sapevo che non era ancora finita, ci ho riprovato perché nel T4 ero molto veloce”. Poi ha analizzato nei dettagli l'accaduto: "Non l'ho visto tagliare la chicane, non lo sapevo, però mi ha un po' fregato il suo taglio perché ho fatto un giro molto veloce, credo 1'32"3, ma lui ha tagliato nel T3 e mi ha ripreso quando avevo già un pochino di vantaggio. Se fossi passato sul traguardo con quattro decimi di vantaggio, magari non avrei fatto l'errore. Le regole però sono così e l'errore comunque l'ho fatto io, quindi quello non ha fatto la differenza. Ci sono dei giorni in cui ti senti di poter vincere e bisogna che ci provi, altrimenti non sei neanche in pace con te stesso. Invece ce ne sono altri in cui è meglio accontentarsi. Oggi me la sentivo e ci ho provato. E' stato un errore stupido, ma rimane comunque un bel weekend, perché non avevo mai guidato così forte con questa moto. Adesso speriamo di riuscire ad essere competitivi anche nelle prossime. La caduta proprio non me l'aspettavo, mi ha colto di sorpresa. Per il Mugello non cambia niente. Anzi, dobbiamo andare là con più concentrazione e più motivazione, ma con la consapevolezza che è un peccato perché questo era stato il miglior weekend dell'anno". Non è stato neanche possibile provare a mettere insieme qualche punticino, perché la sua M1 lo ha abbandonato: "La moto si è spenta, altrimenti avrei potuto fare decimo o 11esimo e sarebbero stati 5 o 6 punti importanti. Purtroppo però si è spenta e non sono più riusciuto a riaccenderla".


 


Tags: Valentino Rossi mugello vinales

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE