Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 22 Gennaio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

La nuova Serie A molto rossonera vista da Ariedo Braida

06/10/2020 15:53

La nuova Serie A molto rossonera vista da Ariedo Braida |  Sport e Vai

La nuova stagione della Serie A è ai nastri di partenza. Le scommesse calcio ci dicono ovviamente che la Juventus è ancora la favorita numero 1 alla vittoria dello scudetto (e sarebbe il decimo consecutivo per i bianconeri) ma dietro in primis l'Inter e come outsider il Napoli cercheranno di ribaltare i pronostici.

Di questo e molto altro ha parlato sul blog l'Insider Ariedo Braida, uno tra i dirigenti sportivi più preparati e vincenti d'Europa. La sua storia è stata legata indissolubilmente a quella del Milan e dunque le sue considerazioni non possono che partire da tre "suoi ragazzi meravigliosi" che alleneranno in Seria  A questa stagione.

Ovviamente tutti i riflettori sono puntati su Andrea Pirlo che al debutto da allenatore parte subito dal massimo, proprio da quella Juventus favorita in campo nazionale e che da anni cerca disperatamente di vincere la Champions League. Secondo Braida, Pirlo era già un allenatore in campo e si dice certo che potrà fare bene con i bianconeri affermando che "Andrea è uno che parla poco ma lavora tanto".

Di Rino Gattuso, invece Braida dice che "aveva già le stigmate dell'allenatore" e dopo alcune difficoltà iniziali, prima con il Milan ed ancora più oggi col Napoli, sta ottenendo quelle soddisfazioni, a cominciare dalla Coppa Italia vinta lo scorso 17 Giugno allo Stadio Olimpico di Roma, che l'ex centrocampista merita indubbiamente per valore e impegno.

Infine Pippo Inzaghi: anche per lui la carriera di tecnico è stata in salita dopo il debutto non certo entusiasmante con il Milan. Così come Gattuso, anche Inzaghi ha trovato finalmente la sua giusta dimensione in Campania con il Benevento e dopo la promozione dei record dalla B, Super Pippo vuole stupire ancora nella massima divisione. Dei tre Braida ammette con onestà intellettuale, che quando giocava sembrava quello meno predestinato ad una carriera da tecnico ma Inzaghi ha invece dimostrato di poter ambire a dimensioni importanti anche in panchina.

Con Ariedo Braida poi il discorso non può che finire sul "suo" Milan: in questo caso, il dirigente vede davvero bene la squadra allenata da Stefano Pioli che ha concluso nel migliore dei modi la tribolata stagione. Un organico già di buon valore è stato rinforzato in primis con uno dei più importanti talenti italiani, Sandro Tonali, che tra l'altro è tifoso rossonero sin da tenera età.

Il centrocampista ex Brescia indosserà la maglia numero 8 ma prima di farlo ha chiamato Rino Gattuso (storico "proprietario" dell'8 in casa rossonera) per avere una "benedizione sportiva" e Ringhio ha risposto con la sua solita grinta: "prendilo e spacca tutto".

C'è dunque tanto Milan in questa Serie A del presente e del passato e proprio ai fasti rossoneri fa riferimento Braida quando parla di una vera e propria scuola di calcio presente nella società. Partendo da Rocco, passando per Liedholm, Sacchi, Capello e Ancelotti, la squadra rossonera ha davvero sfornato o migliorato grandissimi talenti per il campo e la panchina e le storie di PIrlo, Gattuso  e Inzaghi ne sono una importante ed ulteriore conferma.


Tags: juventus milan serie a inter napoli ariedo braida

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE