Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 25 Aprile 2019
SEGUI SPORTEVAI SU

Pogba: Allianz sempre mio stadio, che emozione tornare

02/11/2018 10:15

Pogba: Allianz sempre mio stadio, che emozione tornare |  Sport e Vai

Pogback? No, sì, forse. Un tormentone che non finisce quello legato al possibile ritorno del centrocampista francese alla Juventus. Che non vada d'accordo con Mourinho si sa, che i bianconeri lo riprenderebbero a braccia aperte anche, alla luce pure delle recenti aperture di Nedved e dei suoi ex compagni, ma come finirà davvero è presto per dirlo. Quello che è sicuro è che a Torino Pogba ci tornerà davvero la settimana prossima, per il retour match di Champions League. A Manchester ha vinto la Juve 1-0, confermandosi prima forza del girone, e parlando al sito dell'Uefa Pogba ammett: "È strano ma prima del sorteggio per la fase a gironi avevo detto a mio fratello: 'Ti immagini se finissimo nello stesso girone della Juve?'”. Così andò ed ora per il campione del mondo è vicino il momento del gran ritorno. Comprensibile il tourbillon di pensieri, emozioni e ricordi: “È stato un grande periodo della mia carriera. Le emozioni sono tante perché lì ho giocato la mia prima stagione nel calcio professionistico e segnato il mio primo gol. Con i Bianconeri sono cresciuto come calciatore e per questo nutro profondo rispetto per il club. Ci saranno molte emozioni per il mio ritorno a Torino perché lo vedo anche come il mio stadio - so di essere a casa quando sono all'Old Trafford ma quando torno alla Juve mi sento davvero a mio agio. Tuttavia andremo lì per giocare una partita di Champions League non per visitare lo stadio. Sarà una partita difficile e molto emozionante, specialmente per me”.

TELEFONATE E MESSAGGI - Il cordone ombelicale non si è mai spezzato dopo quella cessione a prezzi da mal di testa (110 milioni di euro). Pogba è sempre rimasto in contatto con molti compagni della Juve: “Sì, assolutamente. Innanzitutto alla juve c'è un ragazzo francese, ovvero Blaise Matuidi. Poi parlo anche con Cuadrado e Paulo Dybala, e a volte ci aggiorniamo con Leonardo Bonucci. Ci sentiamo con una certa regolarità dato che eravamo un ottimo gruppo - ci siamo sentiti come una famiglia. Da quando ho lasciato la Juventus sono tornato una sola volta per vedere i giocatori, però tornare e giocare lì sarà molto bello e penso che la sensazione sarà reciproca”.

LA SCELTA DI TORNARE - Nella scelta di tornare allo United, da dove Marotta e Paratici l'avevano preso a parametro zero pagando solo un piccolo conguaglio al Manchester di Ferguson, hanno inciso diversi fattori: “Mi sentivo come se mi mancasse qualcosa. Volevo essere titolare, indossare questa maglia ed essere parte della squadra. Non è stata una vendetta. Volevo tornare con più esperienza. Ero molto più giovane quando sono andato via nel 2012 dopo una sola stagione in prima squadra e tre presenze in Premier League Quando sono andato via ho conosciuto un calcio diverso e ho acquisito esperienza. Ho giocato anche in Champions League e possiamo dire che sono tornato con maggiore maturità. Naturalmente per me è stato come tornare a casa. Sono entrato nelle giovanili dello United e questa è la mia casa e sarà sempre così. Sono cresciuto io, così come sono cresciuti i miei compagni di squadra dell'epoca, e adesso siamo di nuovo tutti insieme in prima squadra, quindi è una bella storia".


Tags: juventus manchester united pogba

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE