Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 23 Agosto 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Gol e spettacolo al San Paolo, ma fa festa Guardiola. E il Napoli teme per Ghoulam

01/11/2017 21:44

Gol e spettacolo al San Paolo, ma fa festa Guardiola. E il Napoli teme per Ghoulam |  Sport e Vai

Il cuore e il gioco non bastano. Vincono la tecnica, l'organizzazione, la classe, i soldi del Manchester City. Il Napoli esce a testa altissima, ma sconfitto dal match del San Paolo: 2-4. Ci vorrà un miracolo ora per evitare l'eliminazione, o quanto meno il dirottamento in Europa League. Ma in casa azzurra si teme anche per le condizioni di Ghoulam, costretto ad uscire dal campo per infortunio dopo mezz'ora.

LE FORMAZIONI

Napoli in campo con i titolarissimi, quelli delle grandi occasioni. Guardiola invece fa qualche cambio rispetto alla formazione tipo. Nel 4-1-4-1 del tecnico del City c’è spazio per Aguero, supportato da Sterling, Gundogan, De Bruyne e Sané. Fernandinho l’uomo davanti alla difesa.

IL PRIMO TEMPO

La partenza del Napoli è lanciatissima. Il pressing asfissiante degli azzurri manda in tilt gli inglesi, che sbagliano troppi passaggi in modo inusuale. Hamsik e Mertens sparano a salve tra le braccia di Ederson, ma al 21’ Insigne non sbaglia: splendida la triangolazione con Mertens, delizioso il destro a incrociare sull’uscita del portiere avversario. Il Napoli continua a premere, ma è un infortunio – Ghoulam – a spegnere d’incanto tutti gli entusiasmi. L’algerino deve uscire dal campo con una fasciatura dopo alcuni minuti di inutili tentativi di resistenza, entra Maggio e Hysaj si sposta a sinistra. Si teme un infortunio grave per l'algerino. La pressione del City si fa di colpo insistente, con Sané che è una scheggia sulla sinistra, Sterling che si fa largo a destra e De Bruyne e Gundogan a bucare centralmente la difesa coi loro inserimenti. Albiol ci mette una pezza su Aguero, ma al 34’ Otamendi di testa anticipa tutti e firma l’1-1. Il finale di tempo è un calvario, col Manchester che spinge ancora: la traversa salva su colpo di testa di Stones.

LA RIPRESA

In avvio di secondo il difensore ci riprova e stavolta fa centro, al 3’, ancora su calcio d’angolo. Il Napoli è sotto, ma reagisce. Gli azzurri riprendono a macinare gioco, colgono una traversa al 10’ con Insigne, poi guadagnano un rigore al 17'. Sané tocca Albiol in area al momento del tiro, dal dischetto Jorginho spiazza Ederson. Il Napoli insiste, Callejon si mangia un gol fatto a tu per tu con Ederson e sul ribaltamento di fronte Aguero, in contropiede, firma il 2-3. Sarri dà vigore al centrocampo con Rog al posto di Allan, Guardiola – che ha una panchina a 5 stelle a cui attingere - lancia i due Silva per Gundogan e Aguero.  Dentro anche Ounas al posto di Jorginho, Napoli col 4-2-3-1. Ma sulle gambe. E nel recupero, sull’ennesimo contropiede, Sterling firma il definitivo 2-4.

NAPOLI-MANCHESTER CITY 2-4 TABELLINO

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam (30’ pt Maggio); Allan (30’ st Rog), Jorginho (37’ st Ounas), Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. A disp. Sepe, Chiriches, Zielinski Rog, Diawara. All. Sarri

Manchester City (4-1-4-1): Ederson; Danilo, Stones, Otamendi, Delph; Fernandinho; Sterling, Gundogan (25’ st David Silva), De Bruyne, Sané (44’ st Gabriel Jesus); Aguero (30’ st Bernardo Silva). A disp. Bravo, Walker, Mangala, Yaya Touré. All. Guardiola

Arbitro: Brych (Germania)

Reti: 21’ pt Insigne, 34’ pt Otamendi, 3’ st Stones, 17’ st Jorginho rig., 24’ st Aguero, 47’ st Sterling

Note: ammoniti Otamendi, Mertens, Koulibaly. Angoli 4-6. Recupero: 2’ pt, 4’ st. Spettatori 50mila circa.


Tags: napoli manchester city lorenzo insigne Jorginho ghoulam Champions League

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE