Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 19 Maggio 2019
SEGUI SPORTEVAI SU

Galliani: Ecco come sarà il nostro Monza ma sempre forza Milan

28/09/2018 14:05

Galliani: Ecco come sarà il nostro Monza ma sempre forza Milan |  Sport e Vai

E' durato davvero poco il digiuno da calcio per Adriano Galliani. Anni d'oro, d'argento e di bronzo con il Milan e ora la nuova avventura come ad del Monza, sempre al fianco di Berlusconi: Grazie a Silvio Berlusconi torno nella mia squadra del cuore. Era il settembre del '75 quando sono entrato nel Monza. Come presidente c'era Giovanni Cappelletti e come vice Felice Colombo. Eravamo un gruppo unito. Ho così tanti ricordi che è difficile metterli in ordine cronologico. Il Monza è la mia vita. Andai avanti col Monza per 10 anni, mi dimetto nel 1985 e me ne vado al Milan con Berlusconi. Dov'è Massaro? Lui sa che ho sempre chiesto cosa faceva il Monza entrando in spogliatoio. Quando siamo saliti dalla D alla C ho chiamato Nicola per fargli i complimenti. Il Monza è nel DNA della mia famiglia: mia mamma era parente di Gaetano Ciceri, presidente negli anni '30. A 5 anni andavo già allo stadio". Il suo legame è chiaro, ma Berlusconi? "Berlusconi  vuole fare qualcosa per questo territorio. Da Arcore si vedono le luci del Brianteo, saranno 3km al massimo. Da appassionato di calcio e di sport, è un atto d'amore. È brianzolo anche lui. Ha sempre amato il calcio, lo sport, prima di comperare il Milan aveva l'Edilnord, con tutto il settore giovanile. Con il Milan mette in piedi una squadra di pallavolo, di hockey, di baseball... volevamo prendere anche l'Olimpia, basket. Nel dna del gruppo dirigente c'è la passione per lo sport. E per il Milan. Non mi sarei mai occupato del Lecco, del Como, del Varese, perché da ragazzo ho preso botte. Pietrone alla stazione di Como... Il Monza non è tradire il Milan. Ritorno a casa dopo 31 anni. Sono sempre stato del Monza, ero in prestito. La mia vita senza Silvio Berlusconi sarebbe stata molto diversa, meno piacevole. Tra un po' di giorni, forse già venerdì prossimo, convocherà una conferenza stampa per i progetti del Monza". Capitolo mercato, Galliani dice: "I miei sogni me li tengo dopo che ha parlato lui. Mi sembra che abbiamo un buon centravanti, questo Cori, prima punta di livello. Un buon portiere, un ottimo tecnico, un buon ds. Io conosco tutti i procuratori d'Italia, ero ancora nel calcio pur non essendo nulla per il Milan. Vi pregherei di finirla con nomi che erano al Milan: va benissimo Zaffaroni, sia Antonelli, che Colacone, responsabile del settore giovanile. Il Monza è ben gestito, è primo in classifica, complimenti al presidente e al suo staff. Non abbiamo parlato con nessuno. Bisogna fare le cose, ma non è che possa portare Messi a Monza. Esaspero un filino il concetto". Non si è comunque esaurito l'affetto per il Milan: "Io sono un tifoso che può avere incarichi in una società. Sono un tifoso pazzo del Milan, soffro ed esulto ora che non ho una carica.  Quasi mai le partite coincidono, ieri sera ho sofferto molto, ero stato invitato ma tornare alle 2, alle 3... Monza e Milan forever".


Tags: GALLIANI monza berlusconi

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE