Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 12 Luglio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Caso in Turchia: calciatore squalificato per 12 turni dopo frase pro curdi

05/02/2016 15:17

Caso in Turchia: calciatore squalificato per 12 turni dopo frase pro curdi |  Sport e Vai

Rischia di diventare un caso internazionale la vicenda di Deniz Naki, il centrocampista curdo (ma nato in Germania) dell'Ademspor che all'indomani della clamorosa qualificazione del suo club, che milita in serie C, ai quarti di finale della Coppa di Turchia aveva scritto su Facebook e su Twitter: "Dedichiamo questa vittoria a coloro che hanno perso la vita e ai feriti durante la repressione nella nostra terra che dura da più di 50 giorni. Siamo fieri di essere un piccolo spiraglio di luce per la nostra gente in difficoltà. Come Amedspor, non ci siamo sottomessi e non ci sottometteremo. Lunga vita alla libertà!". L'Ademspor, infatti, è un piccolo club semidilettantistico di Dyarbakir, la capitale del Kurdistan, che da quasi due mesi deve fare i conti con il conflitto tra le forze di sicurezza del governo, fedeli al premier Erdogan, ed i militanti curdi. La Federazione, anche in previsione del prossimo match - l'Ademspor, dopo aver eliminato il Bursaspor, se la vedrà col blasonato Fenerbahce - ha optato per una stangata esemplare: 12 turni di squalifica e 7mila euro di ammenda. Il motivo? Propaganda ideologica. La squalifica segue un'irruzione delle unità anti-terrorismo nella sede stessa dell'Ademspor, seguita - pare - ad un tweet offensivo proveniente dalla sede del club. Ma i dirigenti locali hanno smentito.


Tags: squalifica turchia Fenerbahce bursaspor erdogan

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE