Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 9 Luglio 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Capello: Raiola convinse Moratti a scambio Cannavaro-Carini con Juve

17/12/2016 18:37

Capello: Raiola convinse Moratti a scambio Cannavaro-Carini con Juve |  Sport e Vai

Curiosa rivelazione di Fabio Capello su uno scambio entrato nella storia del calciomercato italiano, quello tra Fabio Cannavaro e Fabian Carini tra Inter e Juventus. Nel corso di 'Collezione Capello', trasmissione in onda su Fox Sports con l'ex allenatore nelle vesti di protagonista, 'Don Fabio' ha spiegato che nell'estate 2004 Raiola convinse il presidente nerazzurro Moratti a scambiare il miglior difensore italiano col portiere di riserva della Juventus. "Un colpo da maestro fu l’acquisto di Cannavaro", ha sottolineato Capello. "Giocava all’Inter e dicevano avesse il ginocchio rotto. Fu Raiola a convincere Moratti a scambiarlo con Carini. Le due operazioni finirono nei verbali di Calciopoli: dalle intercettazioni emerse come Moggi forzò i calciatori a rompere i rapporti con i club. Si ricordano sgradevolissime frasi su Facchetti. Non una bella parentesi". Il ginocchio di Cannavaro era talmente rotto che nelle successive due stagioni il difensore napoletano avrebbe saltato appena due gare di campionato, arrivando a conquistare il Mondiale 2006 da protagonista assoluto. Quell'anno a Cannavaro fu assegnato il Pallone d'Oro ed il giocatore sarebbe stato acquistato dal Real Madrid dopo la retrocessione in B della Juventus per illecito. E l'Inter due anni prima lo scambiò col portiere di riserva della Vecchia Signora.


Tags: juventus inter Fabio Capello massimo moratti mino raiola fabio cannavaro carini

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE