Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 18 Novembre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Calcio, Maradona: "Il calcio argentino è una mafia"

31/08/2013 12:22

Calcio, Maradona: "Il calcio argentino è una mafia" |  Sport e Vai

"Il calcio argentino è una mafia". Maradona quando ha qualcosa da dire non usa mezzi termini, si sa. E si sa anche che il suo tormentato rapporto con la federcalcio del suo paese è da sempre caratterizzato da alti e bassi. Ora volge decisamente al basso, tant'è che l'ex Pibe de Oro, in una conferenza tenuta a 320 km da Mendoza, ha sparato a zero contro i vertici calcistici dell'Argentina: "Il calcio argentino sta morendo piano piano, è arrivato il momento di smettere di rubare e di pensare solo al calcio. I giocatori fanno quello che possono,il problema è dei dirigenti.Non è possibile che abbiamo ancora Grondona che ha 700 anni, a quell'età non può avere idee nuove, e neanche è possibile che suo figlio Humbertito insegni calcio ai giovani quando non sa neanche toccare il pallone. I club stanno affogando economicamente, bisogna cambiare qualcosa". A Maradona non dispiacerebbe tornare a fare il ct, ruolo abbandonato dopo i Mondiali del 2010: "Tornerei a fare il selezionatore perchè amo il mio paese, non certo per rubar soldi. Ma il fatto che io dia la mia disponibilità non basterà. C'è una mafia nella seleccion e non è quel che voglio. Io voglio trasparenza, soprattutto per i giocatori. Vorrei vedere l'Argentina vincere il Mondiale con i giocatori che meritano di stare lì. Serve rispetto per gli atleti, non voglio che i dirigenti si sbraccino per farsi una foto con il Papa Francesco e poi dall'altra parte diano solo "gomitate" ai Mascherano e ai Messi".


Tags: mafia messi maradona grondona Calcio in Argentina

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE