Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 19 Luglio 2019
SEGUI SPORTEVAI SU

Calciatore turco era nella discoteca di Istanbul: I morti sono di più

01/01/2017 12:38

Calciatore turco era nella discoteca di Istanbul: I morti sono di più |  Sport e Vai

Era nella discoteca Reina di Istanbul al momento dell'attentato il calciatore turco Sefa Boydaş, del team di terza divisione del Beylerbeyi assieme alle altre 500 persone che festeggiavano l'anno nuovo ma si è salvato dalla strage. Il 21enne centrocampista ha dato testimonianza delle scene di terrore vissute in quei momenti: “Quando sono scoppiati gli spari c'è chi è svenuto e chi ha tentato di scappare. Parlano di 40 morti ma secondo me sono molti di più, si calpestavano le persone per terra per fuggire. Non so dire cosa dicevano mentre sparavano perchè non si poteva sentire niente visto che tutti urlavano per la paura”. Altri testimoni affermano di aver visto persone buttarsi nelle acque del Bosforo per sfuggire alla sparatoria. Secondo la prima ricostruzione fornita dal ministero dell’Interno, il killer travestito da Babbo Natale si è fatto strada nel locale, nel quartiere europeo di Ortakoy, uccidendo un agente di polizia ed un addetto della sicurezza all’ingresso del Reina club, uno dei più esclusivi locali di Istanbul che si trova nel quartiere di Besiktas, nella zona "europea" della città, ed è frequentato dalla parte benestante della popolazione. Il ministro dell'Interno Soylu ha chiarito che finora sono state identificate 21 delle 39 vittime di cui 15 turisti stranieri (la Farnesina sta ancora cercando di valutare se ci sono italiani coinvolti) e 5 cittadini turchi. Alcuni dei feriti sono stati soccorsi sul posto, altri sono stati trasportati in ospedale,

Stefano Grandi


Tags: istanbul morti attentato

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE