Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 20 Giugno 2019
SEGUI SPORTEVAI SU

Bergomi: Ecco differenze e analogie tra l'Inter di Mou e questa

02/11/2017 16:01

Bergomi: Ecco differenze e analogie tra l'Inter di Mou e questa |  Sport e Vai

E' solo un gioco sia chiaro, anche perchè una vinse tutto e questa deve ancora dimostrare di essere una grande ma Beppe Bergomi, sul sito di Sky, ha paragonato l'Inter di Mourinho a quella attuale di Spalletti e dice: "Paragonare questa Inter a quella di Mourinho è abbastanza difficile, però si possono trovare delle analogie, come esempio la forza fisica, il fatto di avere davanti due squadre che hanno una tenuta mentale importante e che non escono mai dalla partita. E poi un allenatore molto forte caratterialmente e queste sono le cose che avvicinano questa squadra a quella che ha vinto tutto nel 2010. Similitudini tra Mourinho e Spalletti? Penso la capacità di comunicare… Anche Luciano da questo punto di vista è migliorato molto soprattutto nell'ultimo anno a Roma, ha capito come funziona la piazza di Milano ed è sempre pronto a difendere i propri giocatori e a dare loro merito per le prestazioni che fanno, ad esaltare le qualità dei giocatori che ha a disposizione. Questo è quello che Mourinho ha sempre fatto e lo ha sempre fatto anche molto bene". L'ex difensore ha paragonato, giocatore per giocatore, i componenti dell'attuale rosa nerazzurra con quelli della squadra che vinse il triplete e prosegue: "Possiamo anche azzardare a paragonare Icardi e Milito perché per quanto riguarda Mauro è un giocatore unico dentro l'area di rigore, che non sbaglia mai se arriva negli ultimi 16 metri; Milito però era più completo per come giocava per la la squadra, per come difendeva la palla e per come sapeva destreggiarsi bene in tutte le situazioni. Borja Valero? In questo momento sta facendo il trequartista e possiamo avvicinarlo a Sneijder, con qualità diverse visto che l'olandese era proprio bravo a calciare da fuori e a fare la seconda punta, mentre lo spagnolo è bravo a legare il gioco ed è esattamente quello che mancava all'Inter, un giocatore che desse i tempi sia da trequartista che da giocatore in mezzo al campo. Vecino? In mezzo al campo allora c’erano Zanetti e Cambiasso e secondo me non somiglia a nessuno dei due; posso pensare che si potrebbe avvicinare un po' a Stankovic". Sulla difesa conclude: "Per quanto riguarda la solidità difensiva Skriniar ha fatto crescere tutto il reparto perché gli altri tre sono quelli dell'anno scorso, lo posso paragonare non tanto a Lucio - che mi ricorda più Miranda - ma piuttosto a Samuel perché l'argentino non sbagliava mai una partita come sta facendo il giovane slovacco oggi, è sempre impeccabile. Penso anche che questo Candreva, insieme a Pandev, poteva essere un potenziale titolare anche nella squadra di Mourinho. Questa squadra di Spalletti è bella da allenare perché ha potenziale e grandi margini di crescita su quasi tutti i giocatori; mi piacerebbe essere nei panni di Spalletti per far migliorare questi ragazzi".


 


Tags: inter mourinho bergomi

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE