Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 23 Aprile 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Pazzo Gp di Malesia: vince Ricciardo su Verstappen. Rosberg 3°, Hamilton out

02/10/2016 10:34

Pazzo Gp di Malesia: vince Ricciardo su Verstappen. Rosberg 3°, Hamilton out |  Sport e Vai

Pazza Formula 1 

È successo tutto e il contrario di tutto nel Gp di Malesia che alla fine di mille emozioni e colpi di scena ha premiato la Red Bull che fa doppietta: primo Daniel Ricciardo, secondo Max Verstappen al termine di un duello senza esclusione di colpi.

Sul podio ci finisce anche Nico Rosberg dopo una grande rimonta che lo mantiene in testa al Mondiale piloti visto che Lewis Hamilton, primo fino al 41simo giro, ha visto andare in fumo il suo motore Mercedes e con esso vittoria e sorpasso in classifica (24 punti di divario ora). Altra domenica da dimenticare per le Ferrari: Vettel ha finito la sua gara alla prima curva con un attacco incauto compromettendo anche il gp di Rosberg. Raikkonen è stato invece autore di una prova incolore chiudendo quarto senza acuti.

A punti ci finoscono anche Bottas (Williams), Perez (Force India), Alonso anch’egli autore di una grande rimonta dopo essere partito ultimo, Hulkenberg (Force India), Button (McLaren) e Palmer ai primi punti con la Renault. Ericsson con la Sauber sopravvissuta finisce 12simo, fuori Nasr. Peccato per Romain Grosjean che ha dovuto alzare bandiera bianca al nono giro, quando era ottavo, per problemi ai freni della sua Haas

LA GARA: Vettel kamikaze

Già finito il Gran Premio di Malesia. E' durata poche centinaia di metri la gara di Sebastian Vettel autore di una partenza tanto bruciante quanto rovinosa alla prima curva. Il tedesco dopo un bello scatto allo start ha provato a superare le due Red Bull ma ha finito per toccare Verstappen e Rosberg rompendo il braccetto della sospensione della sua Ferrari. Non c'è stato nulla da fare per lui che ha dovuto parcheggiare dopo pochi metri la monoposto. Il “povero” Rosberg, partito al fianco di Hamilton in prima fila, è finito in testacoda dovendo ripartire dal fondo del gruppo. Max Verstappen, illesa la sua Red Bull, ha così commentato nel team radio: "Vettel è pazzo!"

La rimonta di Rosberg

La gara riprende quindi con Hamilton davanti a Ricciardo. Raikkonen, con la Ferrari sopravvissuta supera Perez e si prende il podio virtuale con Verstappen alle sua spalle dopo aver anticipato la sosta. Da dietro la rimonta di Rosberg arriva in 15 giri all’ottavo posto, in 20 al quinto approfittando dei pit stop. Proprio al 20° giro si fermano Hamilton e Raikkonen, quello dopo tocca a Ricciardo. Verstappen resta in testa. A metà gara si ferma anche il giovane olandese che rientra dietro Hamilton e Ricciardo ma terzo davanti a Raikkonen e Rosberg. Il tedesco si ferma al 31° giro, il finlandese lo marca e rientra pure lui per stargli davanti. Ma il ritmo indiavolato di Rosberg è incontenibile per la Ferrari di Iceman che si deve arrendere al sorpasso al 38° giro. Nico finta all’esterno poi entra cattivo all’interno della curva successiva e passa con piccola toccata Raikkonen.

Duello Red Bull e il "Nooo" di Hamilton

Ma le emozioni non sono per niente finite. Un giro dopo, più avanti, Verstappen e Ricciardo danno vita ad una battaglia in famiglia con l’australiano che chiude la porta più di una volta al giovane olandese. Lotta per il 2° posto? No per la vittoria! Perché al 41° giro la power unit abbandona Hamilton costretto al ritiro col motore in fiamme e la disperazione nel suo “Noooo” via radio. A 15 giri dalla fine quindi Red Bull davanti con doppio pit stop contemporaneo di Ricciardo prima e Verstappen subito dietro. La “gioia” di Rosberg per il ritiro di Hamilton viene offuscata dalla penalità di 10” che la direzione corsa gli commina per il sorpasso giudicato troppo brusco ai danni di Raikkonen. Ma il tedesco corre ai ripari e mette più di 10” tra se e la Ferrari che quindi resta ai piedi del podio.

Red Bull in parata a Sepang

Si va quindi fino al traguardo. Verstappen non riesce più ad insidiare Ricciardo forse anche per ordine di scuderia visto la doppietta Red Bull in ballo. Che arriva sotto la bandiera a scacchi. Terzo Rosberg. Quarto Kimi Raikkonen, seguito da Bottas, Perez, Alonso, Hulkenberg, Button e Palmer.

Luca Fusco


Tags: ferrari kimi raikkonen vettel lewis hamilton nico rosberg gp malesia daniel ricciardo gran premio di Malesia max verstappen Formula 1

Articoli Correlati