Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 24 Aprile 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Nadal vive alla giornata: Alla mia età l'obiettivo non è tornare n.1

27/02/2017 14:21

Nadal vive alla giornata: Alla mia età l'obiettivo non è tornare n.1 |  Sport e Vai

Ad Acapulco avrà un debutto difficile, contro Mischa Zverev (n.30 Atp già battuto però a inizio stagione a Brisbane) ma Rafa Nadal vive quasi alla giornata. Lo spagnolo si sente bene ("Fisicamente ora sto bene, domani non lo sappiamo... L'anno scorso sono stato sfortunato, mi sono infortunato nel momento in cui stavo meglio e dopo aver avuto un anno complicato come il 2015. È successo quello che è successo e abbiamo dovuto fermarci e ricominciare da zero"), ma non vuol porsi obiettivi: "Alla mia età non gioco per diventare numero uno. Se lo sarò, che ben venga. Non farò come ho fatto quando avevo 22 o 23 anni, farò una programmazione adatta per arrivare pronto ai tornei e per avere una carriera più lunga possibile. Sono già stato numero uno, ho fatto molte più cose di quanto non avessi mai sognato e mi rimangono alcuni anni per continuare ad avere ambiziosi obiettivi, ma non così ambiziosi da accorciare la mia carriera". La grande novità nello staff del maiorchino è l'addio annunciato dello zio Toni che dal 2018 non seguirà più il nipote: "Toni è del tutto libero, come lo è stato sempre, di prendere le proprie decisioni e di scegliere ciò che più lo rende felice. Forse per lui è arrivato il momento di dedicarsi più ad altre priorità e l'accademia rientra tra queste, è un progetto molto ambizioso. Inoltre non dobbiamo dimenticare che ha famiglia, tre bambini e due di loro giocano a tennis. Gli piacerà seguire da vicino come evolveranno perché a lui piace molto l'allenamento formativo. Mi sento meglio quando la gente a cui voglio bene è felice e se questo lo rende felice, per me va bene. Prima di essere il mio allenatore, Toni è mio zio. È stato con me per tutta la vita e con lui il rapporto è stato un po' speciale: ho vissuto ogni giorno con lui e gli sono molto grato per tutto quello che ha fatto per me. Ad Acapulco gli organizzatori sognano una finale con Djokovic: "Sarei felice se accadrà... Per i giocatori il fatto che Novak sia in tabellone è sempre una brutta notizia. Ma per il torneo è fantastico che ci siano degli ottimi giocatori, è il miglior tabellone di sempre per Acapulco”. Inutile parlare sin da ora del Roland Garros, dove andrà a caccia della ‘Decima’ lui che in bacheca ha già messo 14 trofei dello Slam: Il mio grande obiettivo ora è il torneo di questa settimana. Certo, se arriverò bene a Parigi penso di poter avere un'altra chance di vincere, ma non è un'ossessione. Quest'anno mi sento felice ogni settimana ed è la cosa più importante dopo i problemi fisici del recente passato".

Stefano Grandi


Tags: nadal djokovic acapulco

Articoli Correlati