Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 18 Gennaio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Kvitova felice: Avevo anche temuto di non giocare più

28/05/2017 13:44

Kvitova felice: Avevo anche temuto di non giocare più |  Sport e Vai

Sei mesi duri e poi la gioia ritrovata per la Kvitova. Dopo il match-point a Roland Garros con la Boserup, Petra ha lasciato andare la racchetta e si è girata di scatto verso il suo box con gli occhi lucidi. Commuovente l’abbraccio con Marion Bartoli (nel suo nuovo ruolo di giornalista televisiva), apparsa in ottima forma dopo i problemi di salute di un anno fa. ”E’ davvero una gioia essere qui - ha detto la Kvitova -. E’ stato bellissimo scendere di nuovo in campo quando avevo anche temuto di non poterlo più fare. In questi mesi senza il supporto del mio team e della mia famiglia non ce l’avrei fatta”. Nel su box tutti indossano una maglietta nera sulla quale campeggiano le parole ‘coraggio e convinzione’: ”Esattamente quello di cui ho bisogno” - ha aggiunto sorridendo - ”non ho avuto il tempo di allenarmi tanto e sono fiera di come sono riuscita a giocare questo match. Non avevo idea di cosa sarebbe accaduto in partita, giocando a lungo. E’ andata bene”. Per lei al secondo turno la vincente di Rodina-Mattek-Sands.

UNA DECISIONE QUASI IMPROVVISA - Il 19 aprile la ceca aveva detto che c’era la possibilità di provare a giocare a Parigi perché la riabilitazione stava procedendo bene. La certezza è però arrivata solo venerdì scorso, preannunciata dall'inserimento nel main draw del Roland Garros e confermata poi da una conferenza stampa. La 27enne tennista ceca, era stata operata il 20 dicembre alla mano sinistra dopo essere stata vittima di un tentativo di rapina con aggressione nella sua casa di Prostejov, durante il quale era stata colpita con un coltello subendo la lacerazione dei tendini e lesioni a tutte le cinque dita e anche a due nervi dell’arto che usa per giocare. A Parigi la ceca vanta la semifinale nel 2012, fermata dalla Sharapova, e tre piazzamenti negli ottavi (2008, 2011 e 2015).
"Ho vinto la mia battaglia più grande", aveva detto la due volte campionessa di Wimbledon (2011 e 2014) .

MESI DI DUBBI PRIMA DI UNO SPIRAGLIO DI LUCE - Petra dopo il ferimento nel tentativo di difendersi dall’aggressore, introdottosi nella sua abitazione, aveva subito un intervento chirurgico di quasi quattro ore in una clinica specializzata, al termine del quale i medici avevano indicato che per il ritorno all’attività agonistica bisognava attendere la seconda metà dell'anno. Dopo le voci preoccupate che erano circolate sul suo recupero, un primo spiraglio di luce era arrivato a inizio marzo quando Petra aveva condiviso su Instagram un’immagine dal circolo La Santa di Lanzarote, nelle isole Canarie, dove si era allenata per alcune settimane, mostrando il polso sinistro per la prima volta senza più tutore ed alcuna protezione, con un sorriso che lasciava trasparire una certa serenità. Attualmente numero 16 del ranking mondiale, la Kvitova in questi cinque mesi di stop ha perso solo cinque posizioni (aveva chiuso il 2016 ad un soffio dal ritorno in top-ten lei che era arrivata fino al numero 2 ad otobre del 2011).

 


Tags: roland garros kvitova bartoli

Articoli Correlati