Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 23 Aprile 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Doping: Tas Losanna conferma 2 anni di stop per 17enne tennista kazako

23/11/2017 13:15

Doping: Tas Losanna conferma 2 anni di stop per 17enne tennista kazako |  Sport e Vai

Si è svolto al Tribunale di Arbitrato Sportivo (TAS) di Losanna il processo d’appello sul ricorso presentato da Arsan Arashov, 17enne giocatore del Kazakistan che era stato squalificato due anni per violazione delle norme antidoping. Come riporta un comunicato dell’ITF, i giudici del TAS hanno confermato la sanzione che era stata comminata il 10 aprile scorso da un tribunale indipendente, nominato ai sensi dell'articolo 8.1 del Tennis Anti-Doping Programme, al giovane kazako (è nato il 10 marzo del 2000) risultato positivo a un controllo antidoping effettuato il 9 luglio 2016 durante il torneo ITF Playa de Gandia, in Spagna.
Nel campione di urina del giovane tennista, analizzato dal laboratorio accreditato WADA di Montreal, era stata riscontrata la presenza di meldonium, modulatore metabolico incluso nella sezione S4 (ormoni e modulatori metabolici) della lista delle sostanze proibite stilata dalla Agenzia mondiale antidoping (WADA). Il 20 settembre 2016 Arashov aveva richiesto un'udienza davanti a un tribunale indipendente, che si è tenuta il 10 febbraio scorso, quando il tribunale indipendente ha ricevuto prove e ascoltato le argomentazioni legali di entrambe le parti, per poi emettere una sentenza motivata. Tale decisione, riconoscendo che è stata commessa una violazione del Programma Antidoping, ha stabilito appunto la squalifica di 2 anni a partire dal 30 settembre 2016 (data in cui il giocatore era stato provvisoriamente sospeso) e fino alla mezzanotte del 29 settembre 2018, e che i risultati al Tourneo Playa de Gandia sono annullati, con conseguente perdita dei punti per la classifica e dei premi in denaro vinti in quell'evento.
Sanzione confermata ora dal TAS (l’udienza si era svolta il 29 agosto) perché Arashov non ha saputo fornire prove del fatto che la sua violazione non fosse intenzionale.


Tags: doping losanna tas

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE