Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 22 Aprile 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Biasin stuzzica Donnarumma: “Non puoi lamentarti quando succede”

31/03/2021 12:21

Biasin stuzzica Donnarumma: “Non puoi lamentarti quando succede” |  Sport e Vai

Donnarumma, Romagnoli e Raiola: sui social sono i loro nomi a farla da padrone. Il Milan deve fare i conti con dei rinnovi eccellenti e quando di mezzo c’è un procuratore come Mino Raiola, fare i conti non è di certo la cosa più semplice. Il portiere rossonero e della nazionale avrebbe chiesto una cifra che si avvicina ai 10 milioni di euro a stagione per rinnovare il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Una cifra decisamente elevata per le casse del club soprattutto in un momento in cui tutte le squadre devono fare i conti con la crisi legata alla pandemia. I rossoneri si potrebbero trovare una situazione simile la prossima stagione quando ci sarà da discutere il contratto di Alessio Romagnoli. Il difensore avrebbe chiesto 6 milioni di euro a stagione per rinnovare (decisamente più dei 3,5 che percepisce ora).

Il tweet di Biasin

A dire la sua su questa situazione ci pensa anche il giornalista Fabrizio Biasin che pur senza essere troppo diretto lancia un messaggio ai calciatori coinvolti in questa vicenda: “Se scegli Raiola prendi una decisione legittima: è il più bravo a riempire le tasche. Poi però non puoi lamentarti se la gente si incazza”.

La reazione dei social

Sulla vicenda che riguarda il Milan e i rinnovi di Donnarumma e Romagnoli si discute molto sui social: “Però dobbiamo capirci: Raiola espressione di business milionari e gossip, senza tutto questo can can di cosa campare tv e giornali tutti i giornali. Nemmeno a me piace ma i tempi campionati e il business è tale anche contro i voleri dei tifosi”.

Moyra invece dice: “Lui fa bene ad assicurarsi il meglio per il suo futuro, lo farebbe chiunque. La gente dovrebbe incazzarsi con la società, non con lui”. Marco invece spiega: “La gente si incazza quando c’è poca chiarezza nei comportamenti, non perché un giocatore vuole l’ingaggio alto. Sono i giochini a dare fastidio. Noi abbiamo avuti Icardi e per i tifosi poteva chiedere pure 15 milioni annui, poi si è comportato malissimo e non lo volevamo manco gratis”.


Tags: milan mino raiola Donnarumma

Articoli Correlati