Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 2 Ottobre 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Dazn, come ottenere i rimborsi dopo i pasticci: le indicazioni dell'Agcom

17/08/2022 09:59

Dazn, come ottenere i rimborsi dopo i pasticci: le indicazioni dell'Agcom |  Sport e Vai

Dopo i clamorosi pasticci, ormai una triste consuetudine, che hanno rovinato agli utenti la visione delle partite della prima di campionato, arrivano anche i bizantinismi per erogare i più che meritati rimborsi. Chi si aspettava che Dazn concedesse in automatico un robusto sconto, o addirittura regalasse un mese d'abbonamento per farsi perdonare l'ennesimo colpo basso alla sua clientela, probabilmente rimarrà deluso. I rimborsi ci saranno, ma solo per chi riuscirà ad armarsi di pazienza, avrà grande dimestichezza con questioni tecniche e, soprattutto, riuscirà a raccapezzarsi nel mare di scartoffie, delibere, richieste, puntigli e appigli che l'emittente-streaming frapporrà tra sè e le richieste di risarcimento. Almeno, questa sarebbe la prassi. Ma l'Agcom, per evitare nuove brutte sorprese, ha deciso di scendere in campo con richieste perentorie. Scrive Repubblica:

"Il Garante spiega che il disservizio del 14 agosto, durante la prima giornata di Serie A, è un evento "conclamato" e grave. Per questo lo sportivo deve ricevere il denaro - tra i 7,49 e i 9,99 euro - senza intoppi. Dazn è disponibile. Resta da capire quante persone incasseranno per davvero il ristoro. Le regole per il rimborso sono scritte nella delibera del Garante numero 17 del 2022 (Allegato A). L'abbonato a Dazn avrà indietro i soldi se i tentativi di accesso alla piattaforma o alla singola partita sono superiori a 5 (parliamo di tentativi falliti). Dice però la delibera che "l'utente dovrà accludere alla richiesta di indennizzi", tra le altre cose, le condizioni contrattuali di fornitura del servizio di connettività". Scomodo. Per questo il Garante - di fronte al blackout clamoroso e generalizzato del 14 agosto, colpa della sola Dazn - chiede procedure più rapide. La pay-tv, d'altra parte, ha fornito dei link provvisori per permettere la visione a chi era in difficoltà. Nei link, bisognava inserire la propria email. Bastano questi dati e queste email per risalire a chi ha avuto problemi e risarcirlo (ad esempio con uno sconto in fattura). La Lega Calcio - che ha scritto una lettera di fuoco a Dazn per i problemi del 14 - considera l'incidente chiuso. Il 15, la visione di Verona-Napoli e Juve-Sassuolo è andata liscia (1,7 milioni gli spettatori complessivi). Per risolvere in via definitiva la questione, la Lega Calcio ha consigliato la pay-tv di risarcire tutti i suoi abbonati. Dazn non esclude la soluzione; ma un rimborso totalitatio avrebbe un costo alto (vicino ai 15 milioni, secondo fondate indiscrezioni). In base alle regole del Garante, all'abbonato spetta un quarto del canone mensile, in un caso del genere. Dunque chi ha un abbonamento Dazn da 29,99 euro ne recupera 7,49; chi ha il premium da 39,99 ne prende 9,99. Se ipotizziamo un risarcimento medio di 8 euro e lo moltiplichiamo per gli abbonati (1,8 milioni, dato ufficioso), ecco prendere corpo la spesa di 14,4 milioni".  


Tags: rimborso Dazn AgCom

Articoli Correlati