Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 26 Luglio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Boban: calcio al poliziotto? Non me ne pento

13/06/2021 18:45

Boban: calcio al poliziotto? Non me ne pento |  Sport e Vai

Intervistato dal Financial Times, l'ex fantasista e dirigente del Milan, Zvonimir Boban, è tornato su uno degli episodi che ne ha segnato in modo indelebile il ricordo: quel calcio dato a un agente di Polizia durante gli scontri del 13 maggio 1990 in occasione di Dinamo Zagabria-Stella Rossa. Attuale Chief of Football Uefa, il croato ha dichiarato di non essersi pentito del suo gesto e spiega:

Non me ne pento per niente. Era una lotta per la libertà contro il regime e non contro i serbi, non era contro qualcuno in particolare. Se è giusto prendere a calci qualcuno? Mai, ma la Polizia mi aveva già colpito altre volte. E io li stavo insultando nelle peggiori maniere.

Poi, Boban ammette:

Non mi sarei mai aspettato la guerra, ero troppo giovane, troppo stupido per capire che cosa stava succedendo. Se sarei tornato dall'Italia per combattere per la mia gente? Sì, ci ho pensato. Poi ho pensato che anche farci sentire come giocatori e dire la nostra era importante. Sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto, era fondamentale dire qualcosa sulla causa croata.

Boban ricorda con rammarico l'errore che ha segnato la semifinale del Mondiale di Francia del 1998, proprio contro la nazionale transalpina:

In quella partita ho commesso l'errore più grande della mia vita. Ero capitano e avevamo segnato, così ho urlato a tutti di restare concentrati, ma dopo un minuto ho perso la palla nel peggior modo possibile e la Francia ha pareggiato. Quell'ingenuità non me la perdonerò mai. In giorni dopo la partita ho perso due chili e non riuscivo a dormire, anche oggi devo ammettere che non sono ancora riuscito a superarlo.

Infine, l'ex rossonero indica il calciatore migliore di tutti i tempi:

Tra i migliori metterei Pelé, Maradona, Messi e Ronaldo il Fenomeno, ma tra questi il più grande di tutti è Maradona. Perchè? Ronaldo, Pelé e Messi hanno toccato l'anima del pallone, Maradona invece quell'anima se l'è presa. Ritengo la sua punizione contro la Juve quando era al Napoli il gol più bello della storia del calcio. Come ha calciato quel pallore, nessuno lo capirà mai. Devo ammettere che abbiamo provato a rifarlo in allenamento, ma ci è solo ventuto da ridere.


Tags: milan diego maradona Boban

Articoli Correlati