Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 12 Aprile 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Bartoletti punge Ibra: Mihajlovic doveva fare altra coppia

09/03/2021 08:28

Bartoletti punge Ibra: Mihajlovic doveva fare altra coppia |  Sport e Vai

Conosce a memoria il podio di tutti i Festival di Sanremo e tutti gli aneddoti e le curiosità sulla kermesse canora Marino Bartoletti: giusto che sia lui a commentarlo  a “Campioni del mondo”, la trasmissione condotta da Marco Lollobrigida su Rai-Radio 2. Il giornalista parla anche di Ibrahimovic, di Mihajlovic e dello show

“Nel calcio conta la classifica, a Sanremo sì ma non del tutto, perché in passato ci sono state canzoni che non si sono piazzate bene ma che sono state dei veri successi commerciali.La classifica di Sanremo è una entità dello spirito, poi ognuno canta quello che vuole. A me sono piaciuti molto Ermal Meta, Willie Peyote e Colapesce-DiMartino. Non è stato bellissimo vedere l’Ariston vuoto ma trovo giusto aver fatto il Festival così come è giusto che si giochi il campionato di calcio seppur nella precarietà in cui ci si trova”.

 

A Sanremo l’Italia ha scoperto l’Ibra intrattenitore

“Possiamo aprire un dibattito che sarebbe lungo ore", sospira Bartoletti: “Posso dire che non se ne sentiva la necessità? Posso dire che per quanto si sia rivelato simpaticissimo e forse in pochi se lo aspettavano, ha la sindrome del Marchese del Grillo? Il suo club è stato molto generoso a dargli questa possibilità. Potevano bastare una o due serate per Zlatan, le altre sono state superflue”.

Diverso il giudizio su Mihajlovic

“Era molto elegante. Lui ha una assistente, la moglie Arianna, per quanto riguarda il dress code: lei è bravissima. Peccato non la si sia potuta vedere. La coppia avrebbe fatto clamore. Tutte le esibizione di vitalità e gioia di vivere da parte di Sinisa sono sempre straordinarie considerato ciò che gli è successo non più di un anno fa”.

 

 

 

Bartoletti cita come esempio l’edizione del 1952. “Non ricordo chi vinse lo scudetto quell’anno (la Juve) ma ricordo chi vinse Sanremo. Nilla Pizzi si prese primo, secondo e terzo posto trionfando con “Vola colomba” che conteneva un messaggio politico “bellissimo, forte, potente”, non da tutti capito, per il ritorno di Trieste all’Italia. “Non so se grazie a Sanremo ma due anni dopo Trieste tornò ad essere italiana…”

 

 


Tags: ibrahimovic sanremo Bartoletti

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE