Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 20 Giugno 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Zeman ridimensiona Sarri e Ancelotti, poi demolisce Pallotta

11/10/2019 08:00

Zeman ridimensiona Sarri e Ancelotti, poi demolisce Pallotta |  Sport e Vai

«Sarri è bravo. Anche se poi alla Juve hanno vinto tutti. Si è adattato ai giocatori. A me piace. Non è però più quello di Napoli». Zeman ridimensiona il tecnico bianconero. In un'intervista al Messaggero il boemo parla di tutto, non boccia il Napoli ("che però non ha segnato per due partite di fila. Mai successo. Da Ancelotti ci si aspettava di più: l’anno scorso ha conosciuto i calciatori. Adesso tocca a lui") e di Sarri dice che gli piaceva più quand'era in azzurro: "Non credo che a Torino, però, rinunci al suo credo. Ci vuole più tempo. Chiede di giocare a un tocco e bisogna quindi imparare il resto. Come muoversi in campo". Poi analizza la Roma: "Dal vivo sono andato all’Olimpico solo per la gara contro l’Atalanta. Non ho visto il calcio offensivo e aggressivo. Fonseca sta cambiando tanto, anche il sistema di gioco. Quando lo ha fatto Di Francesco, alla fine ha perso il posto». Eppure all’inizio è stato accostato proprio a Zeman:  «La solita offesa al mio gioco. Lo dicevano solo perché prendeva troppi gol». Si parla anche di Totti e De Rossi: torneranno alla Roma? «Penso di sì, ma dovranno esserci le condizioni giuste. Francesco ha dovuto dire basta perché lo utilizzavano solo a scopo pubblicitario. È triste che sia finita così perché per anni è stata la Roma di Totti. Oggi è la Roma di nessuno: il presidente non si sa dove sia. Chi la rappresenta? A Francesco auguro di trovare un ruolo in cui riesca a divertirsi e dare il suo contributo. Non lo vedo allenatore. Daniele, invece, sì. Ha voglia di farlo. Perchè Pallotta non è riuscito ancora a conquistare la tifoseria? Perché ha ceduto i giocatori con cui avrebbe vinto lo scudetto. E facile, con quei campioni».


Tags: ancelotti zeman sarri

Articoli Correlati