Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 18 Aprile 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Videomessaggio Mertens, commozione ma anche polemiche

03/08/2022 22:24

Videomessaggio Mertens, commozione ma anche polemiche |  Sport e Vai

Dries Mertens ha voluto puntare - assieme al suo management - al lato emozionale per dare il proprio addio al Napoli, con una leggera sfumatura polemica ma lasciando comunque aperto uno spiraglio su un ipotetico ritorno.

Le parole di commiato di Mertens

Il belga ha lasciato la squadra partenopea dopo nove stagioni ed esserne diventato un simbolo del corso contemporaneo, entrando nel cuore dei tifosi sia per quanto dato sul campo, sia per l'istrionismo dimostrato fuori dal rettangolo del gioco. Ma nel video di commiato in un bianco e nero forse un po' retorico, Mertens è apparso serio, con in braccio il figlioletto Ciro (il cui nome tradisce il rapporto stretto instauratosi con la città di Napoli), ed ha così dichiarato: 

Cari napoletani, sapevo che questo giorno sarebbe arrivato ma non immaginavo potesse essere così difficile dover salutare questa città che mi ha adottato, amato e sostenuto nei momenti difficili e in quelli meravigliosi. I record e i gol saranno nei libri ma le persone e la città resteranno per sempre nel mio cuore. Sono molto orgoglioso che mio figlio Ciro sia nato a Napoli e quando andrà in giro per il mondo lui sarà sempre un napoletano".

"Per 9 anni Napoli e stata la terra mia e sappiamo tutti che la città è diventata parte del mio sangue, per questo ho deciso di tenere  ancora la mia casa sul Golfo in modo che possa ritornarci il più possibile. La mia partenza non è andata come volevo io, ma per me non è un addio, è solo un arrivederci".

I tifosi salutano Mertens

Addetti ai lavori e tifosi pare abbiano apprezzato il gesto. Scrive su Twitter Gennaro del Vecchio: "Le tue lacrime, le nostre.Quanto ti ho amato lo sa solo Dio. #ForzaNapoliSempre", mentre Simone Davino ha aggiunto: "I videosaluti di Mertens sono un colpo al cuore, ma quanta meraviglia nelle parole di #Dries. Niente e nessuno potrà mai permettersi di cancellare la storia, tentare di rovinarla, di quello che CIRO è e sarà sempre per Napoli e i napoletani. Da Diego a Dries, leggenda eterna".

Altri però hanno sottolineato quanto ha affermato Mertens sulla partenza non andata secondo i suoi piani. Twitta Ste: "Dries, figlio di questa città, più Napoletano di molti che a Napoli pure ci sono nati. Non abbiamo potuto salutarti come meritavi, ma resterai sempre nel mio cuore. Ovunque andrai, tiferò un po’ anche per te. TVB". Più caustico Juanito: "Il Napoli il miglior marcatore della sua storia l'ha salutato come un Bernardeschi qualsiasi.  Società piccola piccola". Alex4: "Non sono tifoso del Napoli, ma uno come Mertens non lo si lascia partire così. Lamentiamo la mancanza di bandiere nel calcio,di calciatori rappresentativi e Mertens avrebbe potuto esserlo. Anzi,già lo era".

I tifosi criticano De Laurentiis

Poi, in un mare di encomi, c'è chi punge lo stesso giocatore, come Rosa Pileggi: "Molto commovente il video di Mertens che ha dedicato ai tifosi del Napoli. Parole molto molto toccanti che ti fanno venire i brividi. Peccato che con i fatti non si è abbassato lo stipendio pur di restare nella sua amata terra!". Ed infine c'è chi se la prende con il presidente del Napoli. Commentando un tweet dello scorso aprile di De Laurentiis, in posa con Mertens e il piccolo Ciro e con la didascalia "Per adesso ho fatto un contratto a Ciro Romeo", Borbonico 1926 sentenzia: "Caro Aurelio, il tuo peggior peccato:la carenza di emapatia che genera una pessima comunicazione". Alesem96 picchia duro: "ADL oggi ha perso la faccia due volte: La prima con l'infelice uscita su Koulibaly, la seconda dopo il video messaggio di Mertens. Non ti meriti ne Napoli ne i Napoletani".


Tags: napoli aurelio de laurentiis dries mertens

Articoli Correlati